Diario12

Il Diario di giovedì 6 agosto

Portare le mascherine in negozi e luoghi chiusi. Oggi il Consiglio di Stato ticinese è chiamato a decidere. Per i medici una misura necessaria, nonostante i pochi casi registrati.


Le donne incinte sono una categoria a rischio. L'allarme è stato lanciato dagli esperti a Berna. Nel Diario ne parliamo con uno specialista della Clinica Sant'Anna.


Anche chi è sopravvissuto, è come se fosse morto e aspetta di essere sepolto. Tutta la rabbia di Beirut nella testimonianza di un abitante della capitale libanese.


75 anni fa la bomba nucleare su Hiroshima. Il Giappone commemora il disastro atomico per non dimenticare.

Il Diario di mercoledì 5 agosto

"Abbandonate Beirut". È l'appello del ministro della sanità libanese all'indomani della doppia esplosione che ha devastato la capitale

Continua il trend al ribasso dei casi di coronavirus in Ticino: solo 3 nelle ultime 24 ore. L'ordine dei medici chiede comunque di estendere l'obbligo per la mascherina

La Svizzera vicina ad un accordo per il vaccino con un'azienda statunitense. Vaccino che potrebbe arrivare entro la fine dell'anno. Ne abbiamo parlato con un esperto.

Un'edizione orgogliosa e non ridotta o perdente. Per guardare con fiducia al futuro del Festival e del cinema". Il presidente Marco Solari lancia Locarno 2020, al via oggi e fino al 15 agosto.


Il Diario di martedì 4 agosto

Dati positivi in Ticino. Il nostro cantone, dopo quasi un mese, vive una giornata da doppio 0


"Difficilmente sotto l'albero di natale avremo un vaccino". Garzoni smorza gli entusiasmi sulla possibilità di trovarlo entro l'anno.


Crollo del turismo nel primo semestre dell'anno in Svizzera e in Ticino. A pesare il lockdowncontro la pandemia. Lieve ripresa in giugno.


5° posto finale in classifica a soli 2 punti dalla zona Europa. Si è chiusa con una vittoria la stagione del Lugano. Nel Diario il bilancio con il presidente Angelo Renzetti.


Il Diario di lunedì 3 agosto

"Statistica totalmente inaffidabile". Così Marco Toderi commenta i dati di Berna sui luoghi di contagio, condividendo invece l'auspicio di limitare gli eventi pubblici a 100 persone.


Hotel ticinesi a gonfie vele, nelle ultime settimane è boom di visitatori. In controtendenza con il resto del paese però aumentano i prezzi degli alberghi.


Ponte San Giorgio: attesa in serata l'inaugurazione dell'ex Morandi, crollato due anni fa a Genova. Resta la polemica per la gestioneaffidata di nuovo ad Autostrade per l'Italia.


Sport, calcio. Il Lugano, già salvo, torna in campo per l'ultima partita stagionale. Bianconeri in trasferta a caccia del 5° posto, con qualche rimpianto per la mancata Europa.

Il Diario di giovedì 16 luglio

Mascherine obbligatorie nella ristorazione. Prolungate fino al 9 agosto le disposizioni cantonali. Da 36 giorni il coronavirus non miete vittime in Ticino. Stabile invece la curva dei contagi. 9 in più rispetto a ieri.


Scuola pronta per la ripresa delle lezioni. Sul tavolo tre scenari: per quale si opterà, lo si saprà il 10 agosto. Tra le misure previste, l'obbligo della mascherina per i docenti negli spazi comuni, escluse le aule.


Boom di confederati in Val Verzasca dopo il lockdown. Bene per il turismo, un po' meno sul fronte viabilità.


Ticino sempre più green. E la Confederazione ringrazia. In arrivo 12 milioni di franchi per le misure a sostegno dell'ambiente.


Adotta una panchina. Arriva a Magliaso l'iniziativa per sensibilizzare sulla violenza sulle donne e i disagi delle famiglie.

Il Diario di martedì 14 luglio

Un nuovo contagio e zero decessi in Ticino. 24 persone sono tuttora in isolamento e più di una settantina in quarantena.


"Il contact tracing nel nostro cantone funziona bene", così la responsabile ticinese Marina Lang. Eppure in Svizzera l'App Swiss Covid perde decine di migliaia di utenti al giorno.


Umore ballerino ai tempi del coronavirus. Ansia e depressione sono all'ordine del giorno. Complici anche le notizie che cambiano a cadenza oraria.


Oro ai massimi dal 2011: quasi 58mila dollari al chilo. Il bene rifugio per eccellenza potrebbe raggiungere un nuovo picco in questo periodo di crisi.

Il Diario di lunedì 13 luglio

Coronavirus. Un continuo - seppur lento - aumento di casi. In Ticino si "riaprono" le porte della terapia intensiva. Da più di un mese invece non si registrano vittime. Intanto gli svizzeri sembra non si fidino dell'app per il tracciamento.


Il calcio è nel pallone. I casi di coronavirus nello Zurigo e nel Grasshoppers mettono in dubbio il prosieguo del campionato. Oggi riunione in Lega da dentro o fuori.


Da Berna arriva la proposta. Anche i parcheggi delle due ruote dovrebbero essere a pagamento. Lugano cosa risponde? Nel diario parola al sindaco.


Montagne russe Lugano. In vantaggio 3-0 i bianconeri si fanno riprendere dal Lucerna. E il presidente non manca di lanciare frecciatine a staff e giocatori.

Il Diario di venerdì 10 luglio

Traffico di droga. 4 Arresti a Lugano. Era l'operazione durante la quale ad un agente è partito un colpo di pistola per errore.


"Bisogna scongiurare in tutti i modi un secondo lockdown. Non abbassiamo la guardia". A quasi un mese dalla riapertura delle frontiere vi proponiamo un'intervista a 360 gradi con il presidente del Governo Norman Gobbi.


Il turismo degli acquisti è solo un lontano ricordo? Cosi pare. I ticinesi infatti continuano a fare la spesa in Ticino anche dopo il lockdown.


Calcio. Spettacolo e reti a Lugano. I bianconeri fermano il San Gallo a Cornaredo con una grande prestazione. Nel Diario le emozioni del Presidente Angelo Renzetti.


Il Diario di giovedì 9 luglio

2 nuovi contagi e una ospedalizzazione. Sono gli ultimi dati del covid19 in Ticino. Nel mondo superata quota 12 milioni di casi.


Disuguaglianze di reddito. Leggermente peggiorate dal 2012. Parola dell'esperta. Ancora presto per una conferma del trend negativo a causa del Covid.


L'aiuto ai rifugiati ai tempi del coronavirus. Ne parleremo tra poco con il presidente di un'associazione ticinese attiva in Grecia.


Calcio. Questa sera torna in campo il Lugano. A Cornaredo arriva il San Gallo, autentica rivelazione stagionale. Calcio d'inizio alle 20:30.

Il Diario di mercoledì 8 luglio

8 nuovi contagi e nessuna vittima nelle ultime 24 ore a sud delle Alpi. C'è però un ospedalizzato.


Lieve calo della disoccupazione a giugno, in Svizzera e Ticino. Ma nel confronto annuo si registra un incremento. "Il mercato del lavoro elvetico -commenta Terlizzi" sta comunque resistendo meglio di altri paesi industrializzati.


Peggiora la situazione sanitaria in Serbia. Intanto l'annuncio di un nuovo coprifuoco a Belgrado scatena violenti scontri per le strade della città.


Rischio di altre pandemie se non si protegge l'ambiente. L'ONU lancia l'allarme. Per gli esperti, esistono più fattori che possono favorire i virus.

Il Diario di martedì 7 luglio

Annegamento a Morcote. Ritrovato senza vita il corpo dell'uomo scomparso ieri notte nelle acque del Ceresio.


Test sierologici: anche in Ticino lontani dall'immunità di gregge. E sull'assenza di ospedalizzazioni, il dottor Cavalli frena l'entusiasmo: "Attendiamo le prossime settimane".


Gli Uffici Regionali di Collocamento assumono personale e sipreparano alle possibili ondate di licenziamenti nei prossimi mesi. Nel diario il commento di Alfonso Tuor.


Sono oltre 1700 gli avventori che domenica si sono recati alla piscina di Bellinzona. Numeri buoni ma assolutamente lontani dal record ci ha confidato il direttore del Lido Andrea Laffranchini.

Il Diario di venerdì 3 luglio

Coronavirus. Aumentano i contagi in Ticino. Dopo i 5 di ieri, oggi sono 7. E crescono anche le quarantene legate al caso Woodstock. Si attende una stretta del cantone sui controlli nei locali notturni. Incontro con la stampa alle 13.30.

E anche gli stessi locali notturni corrono ai ripari. A partire da stasera, previste misure supplementari agli ingressi.

Ha tentato di intascarsi 600 mila franchi di crediti Covid per poi spenderli per fini personali. In manette un 47enne del luganese.

È il giorno del giudizio per la sventata strage alla Commercio a Bellinzona. Atteso alle 16 il verdetto del giudice Mauro Ermani.

Il Diario di giovedì 18 giugno

Scuola. Tre gli scenari per la riapertura a settembre. Ma Manuele Bertoli assicura: "Faremo di tutto per tornare alla scuola in presenza".

Il Coronavirus allenta la sua morsa. Il Cantone annuncia la revoca dello stato di necessità. Ma in alcuni paesi i contagi tornano a crescere. Possiamo stare tranquilli? Nel Diario l'intervista a Christian Garzoni

Esultano i campeggiatori ticinesi. Dopo le difficoltà legate al coronavirus, la categoria viaggia a gonfie vele. In alcuni casi registati numeri migliori rispetto allo scorso anno

Crisi del coronavirus. La svizzera in profonda recessione. La Banca nazionale mantiene invariata la sua politica monetaria e prevede una contrazione del PIL del 6%.


Il Diario di mercoledì 17 giugno

Quasi 90.000 firme contro l'acquisto di nuovi aerei da combattimento. Il referendum è riuscito. L'ultima parola spetterà al popolo. Intanto a Bellinzona consegnate oltre 7000 sottoscrizioni per una moratoria contro il 5G.

Riforma della polizia americana: Trump firma il decreto. Ma non mancano le voci critiche nei confronti di una revisione definita troppo blanda. Nel Diario l'opinione di un esperto.

E sull’onda delle proteste antirazziste scoppia la polemica sull'abbattimento delle statue di controversi personaggi storici. Per alcuni simbolo di atrocità, per altri testimonianze della nostra la storia.

Sport. Si decide oggi il futuro dell'hockey svizzero. Tanti, ed importanti i temi sul tavolo. Su tutti il numero di stranieri, promozioni/relegazioni ed il tetto massimo negli stipendi.


Il Diario di lunedì 15 giugno

La Svizzera apre i suoi confini. Via libera al turismo degli acquisti. Esulta la grande distribuzione di oltre confine. Per i piccoli commerci invece serve ancora del tempo.


"Una misura rispettosa del federalismo elvetico". Il Ticino saluta con favore l'ipotesi di abbandono di un lockdown nazionale, nel caso di una seconda ondata di contagi. Si va verso un approccio regionale.


Corsa per accaparrarsi i turisti svizzero-tedeschi fra i settori turistici cantonali. "Siamo in un momento di crisi e dovremmo essere tutti insieme". Così risponde Massimo Perucchi.


Sport. Dopo 3 mesi di stop forzato nel weekend si è tornati a giocare a calcio pur senza pubblico allo stadio. E il prossimo fine settimana riprende il campionato.


Il Diario di mercoledì 3 giugno

L'Italia riapre i confini internazionali. Resta invece chiusa la frontiera svizzera, se non per i residenti o per i frontalieri e monta la polemica per il no agli acquisti nella Penisola.

Ma chi varca il confine deve stare all'occhio: le regole anti Covid, in Italia, sono diverse, e spesso più severe, rispetto al Ticino. Nel Diario, una guida pratica grazie ad Alessandro Milan.

Verso l'ok alla base legale per l'app di tracciamento in Svizzera. C'è il sì degli Stati. In corso la fase di test. Tra poco la testimonianza di chi l'ha scaricata e la sta provando.

A Lugano luce verde al nuovo Polo sportivo. Approvato il credito da 14 milioni di franchi per la progettazione del centro. Abbiamo raccolto le reazioni di Municipio e club sportivi


Il Diario di martedì 2 giugno

-Nuovo doppio zero per contagi e decessi da Sars Cov 2 in Ticino. La situazione sanitaria è confortante ma preoccupa l'apertura delle frontiere italiane, domani. Tra poco ne parleremo con il medico cantonale

-Aprono le frontiere, si torna a viaggiare. Hotelplan riparte con la programmazione. E a proposito di confini: oggi il Cantone farà chiarezza su quelli con l'Italia.

-Pentecoste sottotono rispetto all'Ascensione per il turismo. Ottimista l'associazione di categoria: le riaperture del 6 giugno potrebbero avere un impatto positivo.

-Via libera alle funzioni religiose in presenza di fedeli. Da giovedì scorso in Ticino si è tornati in Chiesa, "una grande gioia" ci ha confessato Don Emanuele di Marco.

-Ancora violenza in America. Proseguono le proteste per la morte di George Floyd. "Mobilito l'esercito" la minaccia di Donald Trump. Nel Diario l'intervista a Gerardo Morina.


Il Diario di mercoledì 20 maggio

-Dati positivi sul fronte coronavirus in Ticino. L'andamento dell'epidemia fa ben sperare: ma cosa dobbiamo aspettarci nelle prossime settimane? E a che punto siamo con la ricerca di cure e vaccini? Tra poco, l'intervista a Christian Garzoni

-La crisi e l’instabilità in Europa preoccupano la Svizzera. La BNS è al lavoro per contenere l'apprezzamento del franco mentre si guarda al piano da 500 miliardi proposto da Merkel e Macron per risollevare le sorti dell'unione.

-Tagli meno drastici del previsto alla Mikron di Agno. Si punta ad una razionalizzazione dei servizi e ad una minor percentuale lavorativa per salvare gli impieghi

-Un sito internet che aggreghi tutta la cultura digitale, è la proposta della Città di Lugano in risposta alla pandemia di coronavirus. L'obiettivo? Trovare conforto nell'arte in un periodo complicato


Il Diario di martedì 19 maggio

-Nonostante appelli e aspettative, l'Ascensione non fa decollare il turismo nostrano. Alla vigilia del ponte, occupazione sotto il 50%. Novità: Lugano spopola tra i romandi.

-Parità dopo la pandemia. Per una ripresa post emergenza sanitaria inclusiva sarà fondamentale l'integrazione, nel gruppo operativo cantonale, di profili e competenze femminili.

-Calcio. A sorpresa da giugno in Svizzera potrebbe ripartire il campionato. Probabile - secondo Angelo Renzetti – che oltre Gottardo non sentono il problema Covid come in Ticino


Il Diario di lunedì 18 maggio

-Una donna uccisa ogni due settimane in Svizzera. I numeri del femminicidio portano a riflettere anche alla luce dei gravi fatti di Giubiasco. Imprescindibile l'attenzione alle parole per non rischiare di colpevolizzare le vittime.

-Coronavirus. In Ticino i dati sono confortanti ma è troppo presto per cantare vittoria. Tra poco l'intervista al medico Cantonale Giorgio Merlani.

-Al pub seduti al tavolo e a gruppi da quattro. Positivo il primo bilancio della riapertura. Nel Diario un giro tra di voci tra gli esercenti

Il Diario di lunedì 4 maggio

-Fine della finestra di crisi, il Ticino si allinea con Berna. Via libera a industrie, cantieri e alberghi. "Siamo zoppi" avverte però Hotelleriesuisse.

-Oltre 55 miliardi di franchi. Gli aiuti immediati concessi dal Consiglio federale in tempo di pandemia da oggi al vaglio delle Camere federali.

-Si appiattisce la curva dei contagi in Ticino. Nelle ultime 24 ore registrati 3 nuovi casi e 2 decessi. Mai cosi pochi da marzo.

-La parziale riapertura dei valichi minori non risolve il problema delle code. Frontalieri ancora bloccati in entrata. RE la questione approda sui banchi del Consiglio federale.

-Visite ai congiunti, manifattura, costruzioni, sport e ristorazione d'asporto. Da oggi parte la fase2 in Italia. Nel Diario ne discutiamo con un'esperta.


Il Diario di lunedì 24 febbraio

Coronavirus. In Italia aumentano contagiati e morti. Il Ticino politico deciderà cosa fare nel pomeriggio. La Schindler invece manda a casa i collaboratori.

Il virus cinese colpisce anche le borse e l'economia mondiali. Niente panico però. È prevista una frenata, ma nessun crollo catastrofico

Le altre notizie. 4 arresti per truffa alle assicurazioni. A Lugano invece stasera sbarcano le stelle Michelin.