#CDT

Grazie

80.000 volte grazie !

La quota di mercato di Radio3i ha raggiunto il 13,9%, con contatti giornalieri che sfiorano le 80.000 unità. «Uno dei dati più belli in assoluto – sottolinea il direttore Matteo Pelli –, non solo perché rappresenta il secondo in ordine di grandezza nella storia della radio, ma anche perché dimostra il suo consolidamento. Quando fai i fuochi d’artificio, esaurito il bouquet finale, rischi che la festa finisca. Qui invece tale bouquet pare abbia portato la gente a voler continuare a fare festa con noi. I dati dicono che siamo sulla buona strada, che lo zoccolo duro, da 30-40-50 mila persone sia diventato di 80 mila. È un discorso di fiducia». Lo conferma anche Alessandro Colombi, direttore generale del Gruppo Corriere del Ticino: «I grandi risultati sono sostenibili, non estemporanei. Questo ci serve per costruire continuità e permettere anche ai nostri investitori pubblicitari di credere nel nostro strumento di comunicazione radiofonico». Pelli è convinto che a fare la differenza, in questo senso, sia in particolare il gruppo. «È la nostra fortuna. Chi ascolta la nostra radio, ascolta una radio che lo coccola ogni giorno, con una musica e con delle voci che lo accompagnano in maniera pensata, dalla mattina di follia creativa alla notte di Riccardo Pellegrini. Al microfono siamo una famiglia».


CdT

"Sono a Bruxelles, ho visitato il quartiere di Molenbeek e vi racconto quel che ho visto". L'inviato del Corriere ospite di Clacson

Andrea Colandrea si trova nella capitale belga. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente per capire che atmosfera c'è nella capitale belga e, soprattutto, cosa sta accadendo nel quartiere di Molenbeek, dove c'era il covo di Salah.