#SvegliatieCammina

6:00/9:00

RadioSveglia

La RadioSveglia di radio3i con Maxi B e Boris Piffaretti il venerdì suona anni 90.

Attese le pagelle di Gianluca Pusterla e come sempre tante notizie e sorrisi.




Le pagelle:


In Svizzera l’uomo più chiacchierato del momento è sicuramente il consigliere federale Alain Berset. Qualche mese fa uscirono i retroscena della relazione extraconiugale intrattenuta con un'artista conosciuta a Singapore tra il marzo del 2012 e la primavera del 2013. Pare usò una limousine di Stato per passare una giornata con l’amante. Oggi si parla di fughe di notizie. In sostanza in tempi di covid c’era un filo diretto tra il suo dipartimento e alcuni giornali. Lui ha negato e si è detto estraneo, ma verrà fatta chiarezza. È stato definito un viveur, Berset, con il cappello un po’ da Zorro un po’ da star del mondo del cinema. In un Paese, la Svizzera, in cui un ministro vive una vita tutto sommato tranquilla, l’affair Berset ha fatto discutere. In Italia, per dire, si sarebbero sfregati le mani. Sarebbe finito su Chi, Alfonso Signorini gli avrebbe già proposto di andare al Grande Fratello dopo la politica e i paparazzi sarebbero scatenati. Ve la immaginate una foto in cui addenta un bratwurst in buona compagnia? È stato il simbolo del covid, era lui a rassicurare il paese. Ha quel giusto savoir-faire per essere virale. In definitiva polemicucce e gossip non mi dispiacciono, un po’ di pepe dove spesso di sapore non ce n’è. In un anno elettorale resta da capire come la Berna federale vivrà questi suoi movimenti. L’uomo con il cappello in un attimo potrebbe passare da Zorro a Sergente Garcia.

Voto 6,5


Si fa un gran parlare di zone 30. C’è chi praticamente vorrebbe farci viaggiare sempre a 30 all’ora. Da una parte mi fa sorridere, spesso, negli orari di punta, pure il 30 all’ora è una chimera. Ma poi, quando di gente non ce n’è non mi piace. Non è più un mondo per le macchine e in un mondo che va veloce pare forse si voglia tornare al cavallo. Non male, perché alla fine so andarci. Rimarrebbe comunque il problema dei posteggi. Non sono contro le zone 30 in toto. In alcuni posti servono, dove c’è davvero un abitato, dove ci sono le scuole, ma in tanti posti mi pare una forzatura. Come quando la mia maestra mi faceva suonare il flauto nonostante da quel coso mi uscisse solo saliva e nessun suono. Se con quell’infausto strumento musicale potevo spaccarvi un timpano, o tirarvi qualcosa a mo’ di cerbottana. Con l’auto vi giuro che non sono un pericolo, almeno spero, anche a 50 all’ora. Già sono spesso in ritardo – e so che tanti sono come me – se riducessimo la velocità sarebbe un bel problemone. Quindi dico no, almeno io.

Voto 3


Siamo nel periodo dei carnevali e il Ticino si divide in due categorie. Chi i carnevali li ama, chi invece li odia. A numeri il partito di chi fa festa è ben più numeroso del secondo e allora nelle prossime settimane c’è pane per i vostri denti. Tre cose sono sicure: morte, tasse e Maxi B che suona la musica degli anni 90. Ed è pronto a togliere dal cassetto pezzi che erano finiti nel dimenticatoio, di cui nessuno sa le parole, ma che tutti canteranno a squarciagola. Sarebbe bello, in una tendina, fare un test attitudinale. Chi sa le parole? Pochi. Dabudidabuda. Ma passiamo ai vestiti. È bello vedere l’originalità di tanti, io, personalmente, ho sempre procrastinato e mi presentavo in maniera poco presentabile. Poi ho smesso di presentarmi, e ho fatto una figura migliore. Se penso al Carnevale mi torna in mente la frase del medico cantonale Giorgio Merlani. “È più probabile trovarci di fianco Miss Mondo”. Si riferiva al Covid, vi auguro di trovarvi davvero Miss Mondo al Rabadan o al Nebiopoli. Ma viva il divertimento, un modo di vivere originale che per un bel periodo avevamo dimenticato. Non mi mancavano invece le cotolette dei politici durante il carnevale in periodo elettorale. Fate attenzione e se vi capita almeno fatevi offrire da bere.


Voto 7 dai

6.00/9.00

RadioSveglia

Quegli oggetti che fanno tanto antico.

Eppure li usavamo fino all'altro giorno (così sembra).



A domani.



6.00/9.00

RadioSveglia

Pronti per il film in TV ?

Proposta: divano, copertina, lui o lei vicino, il gatto , il cane. Insomma tutto pronto per godersi il titolo della serata.

Realtà: ZzzZZZZzZZZzzZzzz

RadioSveglia vi svela i segreti per non addormentarvi davanti allo schermo: ascolta il podcast.



A domani !

6.00/9.00

RadioSveglia

Da oggi nella comunità Europea viene autorizzata la commercializzazione della farina di grillo domestico.

In Svizzera è già possibile dal 2017 e a Lugano qualche tempo fa è nato il primo allevamento di grilli.

Ne abbiamo parlato con Karim Notari, fondatore di Entofarm Lugano.


A domani

6.00/9.00

RadioSveglia

Buon inizio di settimana.


Si riparte con l'uomo che muore senza aver mai visto e incontrato una donna nella sua vita.

Le belle notizie di Laura Zucchetti ci portano in Svezia dove e stato aperto il primo ristorante anti spreco.

Anche in Svizzera ci diamo da fare: dal 2018 è possibile acquistare cibi e prodotti in scadenza tramite l'app too good to go.


A domani


6.00/9.00

RadioSveglia

Nel podcast potete riascoltare i ricordi musicali degli anni 80 e le pagelle di Gianluca Pusterla (pubblicate qui sotto ).


Buon Week-end


Nel mondo del rap il dissing, ovvero il parlar male di qualcuno esiste da tempo. Forse ha una sua cultura. È nato parecchi anni fa ma da tempo non si sentono più rime che facciano davvero scalpore. Poi è arrivata Shakira, che non è una rapper, ma che fa musica. E le sue note raggiungono sempre il grande pubblico. La ricetta è grandiosa: una cantante peso massimo e i social. Bum, una bomba. La bella colombiana si è lasciata da poco con il belloccio ex Barcellona Pique. Pare che tra i due non sia finita bene. Non sono volati piatti ma parole. Altro che Totti e Ilary Blasi, qui si fa davvero sul serio. Rancore, ripicca e veleno. Tra le due coppie c’è un comune denominatore svizzero: rolex. Ilary pare li abbia sottratti al pupone e poi si è fotografata davanti all’insegna dell’azienda. La signora Waka Waka si è paragonata all’orologio di lusso elvetico. La nuova compagna invece è stata definita un Casio. Da una parte l’esclusività e dall’altra la banalità per tutti. I social sono esplosi. Diciamo che la cantante non l’ha presa benissimo questa rottura, vincendo già oggi il premio rosicata del 2023. Pique, dal canto suo, non si è scomposto. Ci ha giocato. Lei nel testo ha parlato di Casio e Twingo? Lui si è presentato al lavoro con la piccola auto di Renault e l’orologio al polso. E intanto la canzone è ascoltatissima e loro sono sulla bocca di tutti. Un successo.

Voto 6,5 per i picchi di disagio.


Facciamoci seri per parlare di Matteo Messina Denaro, il super boss, cercato e ricercato, latitante da quasi trent’anni. Anche in questo caso la notizia del suo arresto ha fatto discutere. Era a casa sua, sotto falso nome, ma non lo trovavano. Un po’ come in estate cerchi per ore gli occhiali da sole ma in realtà li hai appoggiati sulla testa. Ma tant’è, è stato comunque un giorno da ricordare, per lo stato italiano. Non una pietra tombale sulla mafia, assolutamente, ma un bel messaggio sulla forza dello stato e la vittoria dei giusti. Ma parliamo del suo covo. All’interno sono stati trovati abiti firmati e una marea di pastiglie di viagra. Come a dire che in fondo una latitanza non è così brutta. Si può praticare, ma il boss si è rovinato quell’immagine di macho non scalfibile. Aveva bisogno dell’aiutino. Dal blu della pastiglia a quello del cielo, che da ora in poi vedrà da una cella. Evvai. Lì questi privilegi non dovrebbe averli. Lì potrà riflettere sul mare di male che ha seminato. Ha fatto parte di uno dei capitoli più brutti dell’Italia. Speriamo che da ora in poi il mondo sia un posto migliore.

Voto 8 per l’arresto.


Viralità, essere nel pieno della vita. Concludiamo con la politica e le parole dell’esponente dell’UDC Paolo Pamini. Nello scorso fine settimana ha parlato di “partito con i coglioni” per esaltare proprio il suo partito. E poi, probabilmente rivolgendosi a qualcuno in governo gli è scappato un coglionazzi. Come a dire, quelli forti siamo noi. Mancano tre mesi alle votazioni cantonali e tra gli alleati Lega e Udc non corre buon sangue. Secondo gli esperti chi rischia è Claudio Zali, attualmente presidente del Governo. È lì che i democentristi hanno puntato il mirino. E si spara, ma anche Claudia Zali si difende dai nemici. L’attuale consigliere di Stato non parla molto, ma sa essere pungente. Lega e Udc però corrono insieme, per un duello nel duello. In realtà entusiasmante, ruspante e senza esclusione di colpi. E ben venga qualche scaramuccia, almeno da spettatori non paganti ci divertiamo. Qualcuno si farà male o tutti avranno benefici? Magari il prossimo step può essere quello di scrivere una canzone. Tra lega e udc chi è Rolex e chi Casio? Zali è appassionato di auto, non prenderebbe assolutamente bene il paragone con una Twingo. Meglio più cavalli, meglio il rombo di una sportiva. Ma poi devi saperla guidare.


Voto 6 per la sincerità.



6.00/9.00

RadioSveglia

Produrre sneakers inquina, dunque si corre ai ripari.

Ascolta il podcast di radiosveglia e scopri come dare una mano all'ambiente senza rinunciare alla tua scarpa preferita.


Figli.

Qual'é il numero perfetto ?



A domani











6.00/9.00

RadioSveglia

Lui arriva nel vicinato. Nuovo padre divorziato.

Conosce lei, sposata e con la passione del cinema.

I due si incontrano, si scoprono e iniziano le serate 'cinematografo'.

Al marito di lei viene proposto il ruolo di babysitter: accetta.

A un certo punto però iniziano le richieste: lui vuole essere pagato.

Il problema potrebbe solo essere una questione di soldi ?


Shakira, Shakira, Shakira.

Il nuovo rap incassa consensi (e non solo), ma te ne accorgi solo ora ?


La chicca di Matteo Bellino.

Scopri la proposta vinile di oggi.


A domani


(Maxi B. ha preso i topi !! )








6.00/9.00

RadioSveglia

Per favore, puoi smettere di fare quel rumore ?

Non bere con la cannuccia, non sopporto quel fracasso !

Smettila di schiarirti la voce, quello scricchiolare delle corde vocale mi da proprio fastidio.


Vi è già capitato ?

Allora probabilmente soffrite di misofonia.

Marzia De Ponti , oggi ospite in studio, ci racconta la sua esperienza.


A domani


6.00/9.00

RadioSveglia

E' Lunedì e noi siamo prontissimi a darvi il buongiorno !


In Ticino esistono bar e parchi a tema ?

Il villaggio e la casa di Heidi si possono visitare a Maienfeld, mentre nel nostro Cantone ci vengono segnalati diversi bar a tema.


Le belle notizie di Laura Zucchetti ci portano in Svezia a conoscere il plogging, d'attualità anche in Ticino.