#AutoPostale

Scandalo AutoPostale, Regazzi: "La Posta e il Consiglio federale hanno reagito con decisione"

Scandalo AutoPostale: silurati i vertici. L'indagine conferma le manipolazioni contabili. La Posta annuncia un pacchetto di misure correttive e la restituzione di quanto sottratto. Ne parliamo con ildeputato ticinese Fabio Regazzi, membro della Commissione trasporti del Consiglio Nazionale

Forse in Francia parte dei soldi "illeciti" di Autopostale

Carpostal France - filiale di AutoPostale - ha accumulato negli ultimi anni milioni di euro in perdite e debiti, in buona parte con la casa madre elvetica. Quest'ultima non solo ha rinunciato al suo credito, ma ha pure operato due aumenti di capitale della controllata per un ammontare complessivo di 18 milioni.

Cifre riportate dalla trasmissione economica ECO (SRF) che solleva dubbi su una possibile correlazione con gli utili conseguiti illegalmente in Svizzera da AutoPostale e forse confluiti oltre confine.

Su questa indiscrezione e sul tema più generale della Posta, abbiamo interpellato il consigliere nazionale ticinese nonché membro della Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni Fabio Regazzi