#Musica

Francesco De Gregori

Il cantante torna ad esibirsi live con la "De Gregori & Band Live - Greatest Hits".

Il tour lo vedrà protagonista sui palchi d'Italia all'aperto per proporre le canzoni più famose e significative del suo repertorio a partire da luglio.

Non sono escluse sia una data Ticinese che una nazionale Svizzera.


La band che lo accompagnerà è composta da Guido Guglielminetti (basso e contrabasso), Carlo Gaudiello (tastiere), Paolo Giovenchi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino), Primiano Di Biase (hammond) e Simone Talone (percussioni).



Tutti i dettagli sul sito ansa.it

Il caso Jerusalema

L' accattivante successo sudafricano registrato in lingua zulu diventa un successo mondiale grazie ai suoi talentuosi autori e all'efficienza di distribuzione di piattaforme di streaming internazionali, social media e altri media digitali abilitati alla condivisione come TikTok .

Registrato dall'emergente cantante sudafricana Nomcebo , Jerusalema viene prodotto da Master KG per la propria etichetta Open Mic Productions alla fine del 2019 e diventa un successo locale grazie a YouTube.

Sempre nel 2019 Africori ne compra i diritti e concede la licenza a Elektra Warner France per la distribuzione internazionale nel luglio 2020.

A settembre 2020, Shazam , l'app di riconoscimento musicale appartenente ad Apple , dichiara Jerusalema la canzone più cercata al mondo per diverse settimane.

A dicembre, il video musicale sfiora 265 milioni di visualizzazioni su YouTube (ad oggi 393) ed è stato trasmesso in streaming più di 100 milioni di volte su Spotify piazzandosi al primo posto in diverse classifiche europee.

L'hashtag #Jerusalema vanta oltre 657 milioni di menzioni su TikTok e le visualizzazioni di Master KG volano a più di 8 milioni.

La BBc è la prima radio nazionale che lo presenta come fenomeno musicale nel corso di un'intervista.

Nel dicembre 2020, entra nella storia quando diventa il primo artista africano a raccogliere il prestigioso NRJ Award in Francia mentre Jerusalema conquista il ''gong'' di canzone internazionale dell'anno.


Chi non ha mai tentato di cimentarsi nel balletto ?


Bob Dylan

Bob Dylan compie 80 anni il 24 maggio e i suoi fan negli Usa si preparano a celebrarlo con una "Pastorale Americana": si chiamano proprio cosi' una serie di paesaggi realizzati durante il lockdown da Covid dal premio Nobel per la letteratura, che verranno esposti in una mostra, la prima negli Stati Uniti, assieme ad altri dipinti, disegni e sculture in metallo creati nell'arco di 60 anni dal musicista.

Intitolata "Bob Dylan: Retrospectrum", la mostra sara' inaugurata il 30 novembre al Patricia and Phillip Frost Art Museum di Miami in coincidenza con la Settimana dell'Arte che ogni anno si tiene in Florida.


Fonte e Articolo completo ANSA



#Assolo - Davide Van De Sfroos

La curriera esce nel 2003.

Proprio cantando e ballando ''la curriera'' auguriamo Buon Compleanno a Davide.


Quarant'anni senza Bob

Bob Marley, nato Robert Nesta Marley (Nine Mile, 6 febbraio 1945 – Miami, 11 maggio 1981), è stato un cantautore, chitarrista e attivista giamaicano.

Ha contribuito a sviluppare e diffondere in tutto il mondo uno stile di vita generalmente identificato con la musica reggae, che peraltro lo rese popolare fuori dalla Giamaica. In riconoscimento dei suoi meriti, un mese dopo la morte fu insignito del prestigioso Jamaica Order of Merit.

Nel 2008 è stato posizionato al 19º posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone e all'11º posto nella lista dei 100 migliori artisti secondo Rolling Stone; tra le sue migliori "tracce vocali" ci sono I Shot the Sheriff, No Woman, No Cry, Is This Love, Natural Mystic, One Love, Exodus, Africa Unite, Catch a Fire, Could You Be Loved, Get Up, Stand Up, Three Little Birds, Jammin', No More Trouble, Waiting in Vain, Redemption Song e Stir It Up.

La sua musica è fortemente dedicata al tema della lotta contro l'oppressione politica e razziale e all'invito all'unificazione dei popoli di colore come unico modo per raggiungere la libertà e l'uguaglianza. L'aspetto politico della sua vita è stato più importante di quello artistico. Marley divenne un leader politico, spirituale e religioso. Nel 1978 gli fu conferita, a nome di 500 milioni di africani, la medaglia della pace dalle Nazioni Unite. Morì nel 1981 a causa di un melanoma al piede destro, progredito fino al cervello causandone il decesso.



Riconoscimenti


1976: Band of The Year secondo Rolling Stone.

1981: Insignito del Jamaican Order of Merit.

1994: Inserito nella Rock and Roll Hall of Fame.

2001: È stato inserito nella Hollywood Walk of Fame all'indirizzo 7080 Hollywood Boulevard.

2003: Legend inserito al 47º posto dalla rivista Rolling Stone nella "lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone".

2003: Catch a Fire inserito al 123º posto dalla rivista Rolling Stone nella "lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone".

2003: Exodus inserito al 169º posto dalla rivista Rolling Stone nella "lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone".

2003: Natty Dread inserito al 182º posto dalla rivista Rolling Stone nella "lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone".

2003: Burnin' inserito al 319º posto dalla rivista Rolling Stone nella "lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone".

2004: No Woman, No Cry inserita al 37º posto dalla rivista Rolling Stone nella "lista delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone".

2004: Redemption Song inserita al 66º posto dalla rivista Rolling Stone nella "lista delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone".

2004: Get Up, Stand Up inserita al 296º posto dalla rivista Rolling Stone nella "lista delle 500 migliori canzoni secondo Rolling Stone"


Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.