LA REDAZIONE

Il diario di mezzogiorno del 16 gennaio 2017

Cresce la disuguaglianza economica, 8 persone ricche come metà popolazione mondiale. A lanciare l'allarme una ONG che chiede l'intervento dei governi


Da ieri è in Svizzera il presidente cinese Xi Jimping. Sul piatto commercio mondiale, sistema finanziario, clima ma anche diritti umani.


L'avrebbe strangolata con una sciarpa. Emergono nuovi dettagli sull'omicidio di Stabio, gli inquirenti escludono la relazione amorosa.


Lo sport, l’hockey. Il Lugano cambia. Via Shedden e Curcio. Alla balaustra si rivede Greg Ireland.


Cresce la disuguaglianza economica, 8 persone ricche come metà popolazione mondiale

In vista dell'appuntamento del WEF di Davos, si moltiplicano statistiche e appelli rivolti ai potenti. Una di queste pone l'accento sulla crescente disuguaglianza economica nel mondo. I dettagli nel servizio audio

Le notizie di sabato 14 gennaio

Maltrattamenti alla casa anziani di Balerna, incontro ieri fra municipio e i parenti degli ospiti: Così il sindaco Pagani: “ la pressione è fortissima, chiediamo una rapida conclusione delle procedure giudiziarie”


Nenad Stojanovic all’assemblea nazionale UDC per difendere la sua lotta contro la legge di applicazione sull’immigrazione di massa


Si è spento il cardinale Gilberto Agustoni. “Il Ticino fiero di un testimone di carità più unico che raro”, il ricordo di don Sandro Vitalini


Oltre 100'000 visitatori per il Museo d’arte della Svizzera Italiana. E anche i ticinesi hanno risposto bene


Lo sci. Annullate entrambe le discese previste oggi


Chi sono gli Svizzeri? È scattato il censimento nazionale ed è obbligatorio

Il censimento della popolazione svizzera avviene dal 1850. Quindi non stiamo parlando di una novità. Diciamo che nel tempo il metodo di rilevamento è stato modificato. Ma a cosa serve queste censimento? Perché è obbligatorio? Come facciamo ad essere certi che le informazioni fornite siano veritiere? Domande che abbiamo rigirato al responsabile dell'Ufficio di statistica, Pau Origoni



Il diario del 13 gennaio 2017

Dopo le dimissioni del procuratore Corti, reagisce il ministro Gobbi. Ai nostri microfoni parla di gravi accuse. Ma il ministro rilancia la necessità di una riflessione


Automobilisti chiamate alla cassa. Previsto un aumento delle imposte di circolazione. Saranno in 135mila ad avere la fattura più salata.


L'inverno è finalmente arrivato. Anche sulle piste da sci. Una boccata d'ossigeno per gli impianti della Svizzera italiana.


Hockey: entrambe le ticinesi impegnate l'Ambrì va a Bienne, il Lugano riceve invece i Tigers.


Corti: "Non partecipo a giochi di potere". Gobbi replica: "Accuse gravi"

Polemica nella giustizia ticinese. Il procuratore Nicola Corti sbatte la porta e si dimette, lanciando accuse pesanti al Ministero Pubblico. Accuse gravi per il ministro Norman Gobbi, ma una riflessione è comunque necessaria. Intanto il deputato leghista Michele Foletti coglie l'occasione per chiedere risparmi

"In che mondo vive Foletti?"

Ha fatto molto rumore la lettera di dimissioni del pp Nicola Corti che ha lasciato il Ministero Pubblico. Il procuratore in una lettera di dimissioni datata 22 dicembre diretta all'ufficio presidenziale del Gran Consiglio, come ha riportato dalla RSI, scriveva tra le altre cose: "non partecipo a giochi di potere, le maldicenze che si dicono sull'istituzione vanno  analizzate sul serio". Lui - che era  stato segnalato a maggio per ritardi in alcuni incarti - spiega che la vicenda non c'entra, anche perché la segnalazione va avanti. Intanto ieri il leghista Michele Foletti, come riferisce la Regione, ha sostenuto che il procuratore non va sostituito, anche il settore della Giustizia va razionalizzato. "Un attacco frontale della Lega alla Giustizia in un momento dove il carico lavorativo aumenta", commenta il sindacalista del VPOD Raoul Ghisletta che provoca: "mi domando dove vive Foletti".

Il diario del 12 gennaio 2017

"È disumano farli dormire in stazione". Così Don Feliciani spiega perché la Chiesa di Chiasso apre le porte ai senzatetto. A Clacson ospite il responsabile di Casa Astra


"Fuori i razzisti da Ticino!". Apparsi nella notte in diversi comuni del Cantone striscioni pro-migranti e il dibattito infiamma i social.


Tassa sul sacco sì, tassa sul sacco no? In novembre il via libera del Parlamento. Ma dopo aver raccolto oltre 7 mila firme, l’ultima parola spetterà al popolo. 


Tre no ai referendum contro i tagli della manovra del Cantone. Il comitato interpartitico scende in campo per la votazione del prossimo 12 febbraio


Caso Crossrail. La legge permette differenze salariali tra svizzeri e italiani.  Il sindacato SEV però non ci sta e impugna la decisione di Berna.

"È disumano farli dormire in stazione". Don Feliciani spiega perché la Chiesa di Chiasso apre le porte ai senzatetto

La chiesa parrocchiale di Chiasso accoglierà i senzatetto della stazione. "Sono commosso" racconta Don Feliciani nell'intervista. "In tanti hanno risposto all'appello per i beni di prima necessità"...

Il diario di mezzogiorno del 12 gennaio 2017

Sconfessata UBS. La corte di Strasburgo respinge il ricorso della banca. Ora dovrà pagare una cauzione da oltre 1 miliardo di franchi.


Dopo il discorso di Trump, si comincia con lo smantellamento dell’Obamacare. Ma al centro c’è del dibattito c’è la Russia. 


Oltre una ventina di trasporti aerei illegali in Svizzera e all'estero, indagata una società con sede nel Luganese.


Notte al caldo per i due senzatetto della stazione di Chiasso. Ad accoglierli Casa Astra di Mendrisio


3 volte no ai tagli del cantone. Il comitato a sostegno dei 3 referendum in campo per dire "Basta con l'austerità". 

Bar aperti fino alle 2 e regole più severe per i takeaway. Il presidente di GastroTicino ci racconta le novità elaborate. Ora tocca alla politica

Bar aperti fino alle 2 e nuove regole per i take away. Il Ticino degli alberghi e della ristorazione pronto a cambiar faccia. 


Un pacchetto di nuove misure, elaborato da un apposito gruppo, è nelle mani del ministro Norman Gobbi.  In ultima analisi, le proposte verranno analizzate dal Parlamento. 


Intanto ne abbiamo discusso a Clacson con il presidente di GastroTicino, Massimo Suter, esponente del gruppo di lavoro. 

Aprire i rifugi della Protezione Civile per i senzatetto. È l'idea di cinque deputati. Ne abbiamo parlato a Clacson con Giorgio Fonio

È necessario poter aprire i rifugi della protezione civile per i senza tetto. Sul tavolo del Governo, alla luce anche delle temperature glaciali di questi giorni, arriva un’iniziativa parlamentare che vuole andare in questa direzione. Il testo è firmato da Henrik Bang, Michela Delcò Petralli, Andrea Giudici, Giancarlo Seitz e da Giorgio Fonio, intervenuto durante la trasmissione Clacson.



Il diario dell'11 gennaio 2017

È iniziato un’ora fa il discorso del neo presidente Donald Trump. Al centro i rapporti con la Russia. Ieri sera l’addio di Obama, in lacrime.


Gobbi cerca di ridimensionare le polemiche con l'Italia a proposito della chiusura straordinaria dei valichi. Sui migranti ribadisce: "rispettiamo le regole”


Non esistono straniere di terza generazione col burqa. La socialista Marra offre 2000 franchi a chi ne trova una. Nel Diario la risposta del democentrista Chiesa


È necessario poter aprire i rifugi della protezione civile per i senza tetto. Sul tavolo del Governo arriva un’iniziativa parlamentare. Ne parleremo a Clacson.


Bar aperti fino alle 2 e nuove regole per i take away. Il Ticino degli alberghi e della ristorazione pronto a cambiar faccia. In arrivo nuove disposizioni. 


La dieta del freddo. Dopo l'abbuffata delle feste, e con l’influenza in agguato, ecco i consigli di un'esperta all'insegna della frutta e della verdura.

"Ada Marra svende il passaporto"

Cosa c'entra una donna velata con gli stranieri di terza generazione? Si chiede la socialista vodese Ada marra che ha deciso di offrire 2000 franchi a chiunque saprà trovare una donna straniera di terza generazione che indossi il burqa. Risponde Cosi il consigliere Nazionale democentrista Marco Chiesa. "Ada Marra non si accorge o peggio fa finta di non accorgersi come cambia il nostro paese. Noi facciamo leggi per il domani e lei è una persona poco lungimirante."

Ma come risponde alla questione secondo cui il burqa c'entra poco con la votazione in oggetto? "Il burqa è un simbolismo di un integrazione non riuscita, noi siamo attenti anche ad altri fenomeni legati all'islam come ad esempio non dare la mano a una maestra e o i corsi nuoto per ragazze mussulmane. 

Qui l'intervista a Chiesa.


"I tagli devono essere condivisi"

Preventivo del 2017 del Cantone, di ieri la proposta della maggioranza della Commissione della gestione che chiede al Governo misure per altri 20 milioni di franchi di risparmi.  Il messaggio di maggioranza che approva i conti dell'anno in corso, dopo la bocciatura di dicembre a causa della spaccatura in seno alla Lega, è stato sottoscritto da PLR-Lega e PPD. Entro aprile il Consiglio di Stato avrà tempo per fornire un messaggio con i dettagli dei risparmi. 

Secondo il ministro Christian Vitta : "La manovra da 200 milioni presentata l'anno scorso sarà adattata a seconda dell'evoluzione annua delle finanze, dovessero arrivare ricorsi o sorprese negative i 20 milioni non basteranno, dovessero arrivare sorprese positive sul fronte dei ricavi lo sforzo sarà minore. Quindi è un esercizio che va fatto ma non può fare solo il Governo ma deve essere condiviso con il Parlamento".