LA REDAZIONE

Il diario del 24 maggio 2017

Altri tre arresti per la strage di Manchester. Intanto identificate tutte e 22 le vittime, l'allerta in Gran Bretagna è al massimo livello.


In Ticino dopo gli scandali, sbloccata la riorganizzazione dell'Ufficio migrazione. Tutto centralizzato a Lugano. Entro fine anno l'assetto definitivo.


Uno svizzero su tre ha fatto ricorso ad un prestito per finanziare un’auto ma anche per pagare fatture arretrate. A Clacson parleremo di rischi e alternative.


Weekend lungo dell’ascensione. Nel Diario: la situazione sulle strade, sui treni e le previsioni meteo decisamente estive.

Attentato a Manchester l'analisi di Stefano Piazza

Stefano Piazza, imprenditore, esperto di sicurezza e autore del libro Allarme Europa, non è ancora arrivata la rivendicazione, però alcune riflessioni si possono fare. L'attacco è terroristico e ad opera di un kamikaze. Un attacco ad alcune settimane dai fatti di Londra perché Manchester?

La Città di Manchester è già salita alla ribalta negli anni scorsi e anche recentemente per la presenza di numerosi predicatori salafiti che predicano indisturbati. L'Inghilterra ha dato alla jihad globale almeno 1500 combattenti che negli ultimi anni hanno raggiunto la Siria e l'Iraq. Molti di loro stanno tornando. Ultimamente la propaganda ha alzato il tiro nei confronti di Inghilterra, Germania Francia e Belgio. Ormai la partita militare in Siraq è persa dunque si chiede di colpire nei paesi d'origine. Oggi è stato colpito un simbolo, un momento di gioia.


Qui l'intervista integrale.


Ospite di Clacson: Ferruccio de Bortoli, in libreria con "Poteri forti (o quasi)"

Il diario del 22 maggio 2017

Si è spento Giovanni Lombardi, ingegnere ticinese di fama mondiale. Nel Diario il ricordo dell’architetto Mario Botta


Peggiorano le condizioni di lavoro in Svizzera, a rilevarlo uno studio internazionale a cui ha partecipato anche la SECO.


Tassa sul sacco. A Lugano partiti favorevoli all'abbassamento del moltiplicatore, PS contrario. PLR ancora in forse


Dopo lo stop del weekend per le aggressioni agli arbitri, confronto tra i protagonisti. Se non si cambia – dicono i vertici – ci fermiamo del tutto. 

"Un pioniere nel suo campo". Così Mario Botta ricorda Giovanni Lombardi

Si è spento a 90 anni Giovanni Lombardi, ingegnere ticinese di fama mondiale. Ha firmato tra l'altro la galleria stradale del San Gottardo e la diga della Verzasca, partecipando pure agli studi per il tunnel della Manica. "Un pioniere" secondo l'architetto, Mario Botta. Ascolta l'intervista...

Speciale votazioni 21 maggio 2017

Sì alla tassa sul sacco cantonale in Ticino e sì alla strategia energetica 2050 in Svizzera. Nel nostro speciale dedicato a questa domenica di votazioni, voci e reazioni dei protagonisti. Ascolta l'audio

Diario di mezzogiorno, sabato 20 maggio

- Semaforo verde al rally in Ticino. Autorizzato l'evento, inclusa la tappa nel Mendrisiotto. I Verdi non ci stanno e annunciano ricorso

- La Polizia scientifica si presenta al pubblico. "Ma non tutto è come CSI" ci dice il commissario capo

- Calcio di Super League: a Cornaredo arriva il Vaduz. Il presidente Renzetti avverte: "Partita da non sottovalutare"

- Per le semifinali di basket: i Tigers ospitano il Monthey, dopo aver pareggiato la serie in Vallese. Il presidente Cedraschi chiama a raccolta il pubblico di casa

Il diario del 19 maggio

È morto Claudio Generali. Consigliere di Stato tra l'83 e l'89, poi numero uno della Banca del Gottardo e infine presidente della CORSI. Aveva 74 anni. Nel Diario il ricordo del collega di Governo Pietro Martinelli. 


Caso Bosia Mirra, si andrà a processo. La deputata socialista si oppone al decreto d'accusa. E annuncia: "Se condannata in via definitiva, mi dimetto"


Il Ministro Guy Parmelin oggi in Ticino. Sul tavolo, vari temi legati alla protezione della popolazione. Con una novità all'orizzonte che coinvolge giovani donne ed esercito


Giovani e Tecnologia: L'alfabetizzazione digitale degli adolescenti ticinesi è appena sufficiente, lo rileva uno studio internazionale condotto dalla SUPSI.

Caso Bosia Mirra, si andrà a processo

Finirà in pretura penale il caso di Lisa Bosia Mirra, la deputata socialista che in almeno nove occasioni ha aiutato alcuni migranti a entrare illegalmente in Svizzera. La procuratrice pubblica Margherita Lanzillo - come riferito dalla RSI - ha confermato oggi il decreto d'accusa. Da noi contattata, la granconsigliera dichiara di voler andare a processo.

Ascolta l'intervista a Lisa Bosia Mirra

La Svizzera esce a testa alta dai Mondiali

Niente semifinale per la Svizzera di Patrick Fischer, sconfitta ieri 3-1 dalla Svezia. Bilancio comunque più che positivo per i rossocrociati. Ne abbiamo parlato con il caporedattore sport al Corriere del Ticino, Flavio Viglezio

Tubercolosi alla casa anziani di Minusio, nessun rischio di contagio

Oggi le autorità hanno fornito i risultati delle ultime analisi, rassicurando ospiti e popolazione. Nel servizio l'intervista al direttore di Casa Rea, Paride Ponzio

Mondiali di hockey: la Svizzera tenta l'impresa storica per un posto in semifinale

Nei quarti di finale la Svizzera affronta questa sera alle 20:15 la Svezia. Da una parte la forza del gruppo, dall'altra le stelle della NHL. Ne parliamo con Fernando Lavezzo, inviato a Parigi per il CdT

Trasporti pubblici: di qualità. La sfida? Più pulizia

Pulizia e informazione alla clientela. Sono due aspetti ancora un po' carenti nell’universo dei mezzi pubblici in Svizzera. Lo rileva l’Ufficio federale dei trasporti. La valutazione è ancora in corso e su alcuni aspetti (come quello, delicato, della puntualità) bisognerà attendere qualche mese. La situazione in Ticino? Risponde Fabio Canevascini, presidente dell'ASTUTI Associazione ticinese utenti trasporti pubblici.

"Tratta non pericolosa. E i camionisti elvetici sottostanno a molti controlli"

Tre incidenti in un anno, 7 i morti sulla medesima tratta di autostrada a Quinto. Ancora presto per capire le cause. L'inchiesta è in corso. L'ufficio federale delle strade ha confermato che le segnalazioni luminose (introdotte a seguito dei due incidenti dell'anno passato) erano attive. Oggi arriva il cordoglio anche del presidente dell'Associazioni trasportatori Sezione Ticino Waldo Bernasconi. 

"La nostra associazione è  molto dispiaciuta per questo dramma" - spiega Bernasconi - "noi ricordiamo di mantenere i limiti di velocità e la distanza giusta tra i camion, però naturalmente in questi incidenti non è da escludere niente, né un malanno, né una disattenzione".

Tratta pericolosa?

"No, per nulla, io ci sono passato il giorno prima, ci sono le segnalazioni. Bisogna solo naturalmente adattare la velocità alle condizioni della strada. Questo è importante".

Il fattore stanchezza per un camionista è importante, cosa ci dice al riguardo?

" Dapprima bisogna verificare se è un veicolo a cui sono richiesti i controlli del tachigrafo, io non ho ancora visto se era un veicolo semi-pesante dove non ci sono questi mezzi di controlli. Poi è nel caso di ieri si tratta di un autista svizzero e di una ditta svizzera, soggetto ai controlli della polizia anche presso le aziende per i tempi di lavoro e di riposo. Quindi non è un camion straniero con controlli differenti. Qui si tratta di veicoli soggetti al collaudo anche una volta all'anno. Per ora è molto difficile da determinare la cause".


Esame per idoneità alla guida a 75 anni al posto dei 70? Riascolta Clacson