#diario

Il diario di mezzogiorno

- Un solo contagio ieri in Ticino. I dati si confermano positivi. E mentre Alain Berset si difende dalle accuse rivolte al Governo dagli esperti della task force sanitaria, in Germania torna in un distretto il lockdown.

- Distribuire gli utili della BNS per pagare i debiti contratti durante la crisi del coronavirus. Un tema che divide. Sulla questione, sentiremo l'opinione di Mauro Baranzini.

- Estate, in Ticino, fa rima con colonie. Ma quest'anno la stragrande maggioranza di esse non si terrà. Nel Diario il racconto di chi ha dovuto rinunciarvi e di chi invece tenterà comunque l'avventura.

- 2019 stabile ma sempre impegnativo per Telefono Amico. Tendenza al rialzo invece durante la pandemia che ha messo alla prova i volontari del 143.

Il diario di mezzogiorno

- Nuova giornata da doppio zero in Ticino. E tutto sembra tornare lentamente alla normalità. Ma a un mese dalla riapertura delle scuole ci si interroga: che segno lascerà tutto questo nei nostri bambini?

- In calo le persone ricoverate negli ospedali ticinesi per il coronavirus. E anche i letti dedicati nelle cliniche di riabilitazione si stanno svuotando. Come a Novaggio dove tra poco sentiremo il direttore

- Infortuni sul lavoro. Secondo il sindacato UNIA, la fretta fa lavorare sotto stress e senza la massima attenzione alle misure di sicurezza

- I sondaggi non lasciano scampo a Trump. Non sarà più lui il futuro presidente degli Stati Uniti. Covid e Caso Floyd alla base della debacle annunciata

Il diario di mezzogiorno

- Ridurre le emissioni per il migliore il futuro. È l'obbiettivo della nuova legge sul CO2. Gli Stati hanno già detto si. Ora tocca al Nazionale. Un referendum non è però escluso.

- Soddisfatti della decisione, ma chiediamo un'immediata attuazione della legge. Così l'Associazione degli Inquilini commenta lo sconto del 60% sugli affitti commerciali approvato dal Parlamento.

- Coronavirus in Brasile: nonostante Bolsonaro, si intravvede la luce in fondo al tunnel. Nel Diario la testimonianza da uno degli Stati più colpiti del Paese sudamericano.

- L'orchestra della Svizzera italiana ai tempi del Covid. Dopo il lockdown si pensa alla stagione autunnale. Le incognite sui grandi eventi però rallentano l'organizzazione degli spettacoli.

Il diario di mezzogiorno

- Un parziale ritorno alla normalità per gli anziani. Gli ospiti delle case di riposo da oggi possono tornare a riabbracciare i propri cari. Via libera anche alle visite in ospedale

- Congedo paternità e congedo per adozione: se ne torna a parlare in questi giorni. Dopo il via - ieri - alla campagna per il voto sul primo, oggi il secondo approda sui banchi del Nazionale

- "Riguadagnare la fiducia delle persone". Prenderà avvio mercoledì la decima edizione del LongLake Festival. Tra timori e ripartenza Lugano inaugura la stagione estiva degli eventi.

- Su il sipario, si torna in scena. Sabato i primi spettacoli in Ticino. Nel diario la testimonianza di un'attrice: "C'era grande timore, e se non fosse venuto nessuno?"


Il diario di mezzogiorno

- Il vaccino svizzero sarà pronto per fine anno inizio 2021. Almeno questo è l'obiettivo del team dell'Inselspital di Berna. Nel Diario le spiegazioni di chi ci sta lavorando.

- Altra giornata da zero vittime in Ticino. 3 invece i nuovi contagi. Aumentano infine le persone dimesse dagli ospedali.

- Case anziani, tra una settimana si potrà tornare a far visita agli ospiti. Ma a quali condizioni, e in che modo? La risposta tra poco.

-Il futuro del calcio svizzero si scrive oggi. Ripartenza o stop definitivo? I club a Berna per decidere.

Il diario di mezzogiorno

- Campione d'Italia: i nodi vengono al pettine. Conclusa l'indagine preliminare, sotto accusa i due ultimi sindaci

- Daniele Caverzasio da oggi nuovo primo cittadino del Cantone. Onere e onore in un periodo storico a livello globale

- L'attuale crisi economica, a livello globale, non è dettata solo dalla pandemia. Parola di Alfonso Tuor. Diverso il discorso per la Svizzera

- Le piattaforme streaming crescono anche grazie al Covid. Come potranno dunque ripartire i cinema? Nel diario, spazio agli esperti del settore

Diario di mezzogiorno

- Nuova giornata da doppio zero ieri in Ticino. Nelle ultime 24 non sono stati registrati né decessi né contagi. Cresce, invece, il numero dei pazienti dimessi dagli ospedali.

- Riaperture dei negozi: bilancio positivo finora, complice la chiusura delle frontiere con l'Italia. E per il futuro c'è chi pensa a mantenere lo shop online

- "Tempi duri per le aziende ma ancora più dure per i lavoratori" a pochi giorni dalla ripartenza la Camera di Commercio avvisa sul futuro lavorativo in molti settori.

Il diario di mezzogiorno

- Altri nove decessi e 53 casi positivi nelle ultime 24 ore in Ticino. In Svizzera si sfiora quota 22mila contagi, mentre le vittime sono 784.

- No a licenziamenti scorretti. Dopo il caso Philipp Plein, l'OCST lancia un appello alle aziende

- Amici, nonni e maestri. I tipici punti di riferimento per i più giovani in questo periodo vengono meno, generando incertezza. Pro Juventute chiede l'intervento della politica.

- Oltre 12mila contagi: il Brasile è il paese sudamericano più colpito dal virus. Nel diario la testimonianza di una ticinese da Bahia.

- Gran Bretagna con il fiato sospeso per le condizioni di salute del premier Johnson. Downing Street: è cosciente e respira da solo.


Il diario di mezzogiorno

- 12 decessi e 38 nuovi contagi in 24 ore in Ticino. Ma no nè il momento di abbassare la guardia. In arrivo giornate decisive.

- Un coprifuoco pasquale in tutta la Svizzera? L'ipotesi è sul tavolo, ma per il Consigliere di Stato Norman Gobbi è poco probabile. "La libertà individuale - ci ha detto - è un fondamento del nostro Paese".

- Violenza domestica: per il momento non vi è un aumento dei casi. Ma chi è al fronte avverte: con il protrarsi della convivenza forzata il quadro potrebbe aggravarsi.

Il diario di mezzogiorno

- Coronavirus: in Ticino superata la soglia dei 150 morti. Le persone contagiate sono 2377, un centinaio in pìù rispetto a ieri.

- "La paura non manca, ma si va avanti con il cuore". Nel Diario la testimonianza della capo infermiera dell'ospedale COVID La Carità.

- Videoconferenze? Utili e necessarie, ma attenzione! La raccomandazione arriva dal gruppo "Cyber sicuro". Nel diario guida anti-truffa e anti-bufala.

Il diario di mezzogiorno

- 125 contagi e 12 decessi in più in 24 ore. Sono gli ultimi dati a disposizione per il Ticino. In queste ore, intanto, il Consiglio di Stato sta incontrando a Bellinzona il Consigliere federale Ignazio Cassis.

- Le cliniche riabilitative si preparano ad accogliere i pazienti covid. "Per uscirne - ci dice il direttore della Hildebrand - può olerci tempo".

- Reinventare le attività quotidiane. È una delle sfide per le strutture per disabili. Nel diario l'esperienza della Fondazione San Gottardo.

- Il coronavirus mette in crisi anche le famiglie monoparentali. L'omonima associazione chiede al Cantone regole chiare sul diritto di visita.

Il diario di mezzogiorno

- Sette morti e 143 nuovi contagi in Ticino. In Svizzera i casi hanno superato quota 10mila, 138 i decessi.

- È passato un mese esatto dal primo caso nel nostro paese. Quali misure sono state prese e come ha reagito la popolazione? Ve lo diremo tra poco.

- Né funerali, né veglie di preghiera. In tempo di coronavirus anche vivere un lutto diventa più difficile. E così al dolore si aggiunge altro dolore.

Il diario di mezzogiorno

- Tutta la Svizzera in situazione straordinaria. Da oggi ogni decisione verrà presa a livello federale. Intanto bar, ristoranti e negozi sono chiusi in tutto il Paese. Aperti solo i punti di rifornimento alimentare e le strutture sanitarie.

- Non solo Italia. Previsti controlli alle frontiere anche con Germania, Austria e Francia. E anche l’Europa si blinda: chiusa l’area Schengen.

- In Ticino giù la barriera in altri 5 valichi minori. Si tratta di Arogno, Brusino, Pizzamiglio, Camedo e Fornasette. Entrate in vigore anche le misure a sostegno dell'economia cantonale.

- Lezioni e racconti digitali. Le scuole si attrezzano per far fronte alla chiusura delle scuole. Nel diario il racconto di un docente.

Il diario di mezzogiorno

- Nessun controllo alle dogane, almeno per ora. Nonostante i provvedimenti di Roma, Berna prende tempo. E il Ticino resta in attesa.

- Sessione di Gran Consiglio a porte chiuse e in un solo pomeriggio. Il presidente Franscella: "Importante che la politica mandi un segnale di rassicurazione".

- Rivolta nelle carceri italiane. Il coronavirus fa scattare la sommossa dal Nord al Sud. Già nove i morti nel penitenziario di Modena, ma il numero è destinato a crescere.

- Disoccupazione in calo in Svizzera. Dato contrastante invece in Ticino. Maggiormente colpiti i distretti del Sopraceneri.

Il diario di mezzogiorno

- Tre casi positivi da coronavirus tra i professionisti della sanità in Ticino. Uno di questi contagiato sul lavoro. Nel nostro Cantone i casi salgono a 18.

- Primo decesso legato al Coronavirus in Svizzera. Si tratta di una 74 del Canton Vaud già malata. A Lucerna positiva un'allieva delle elementari.

- Da oggi i servizi ambulanze del Cantone dovranno fare a meno di oltre 200 volontari. La Federazione vuole evitare possibili contagi.

- Cancellare o meno gli eventi a Lugano e Bellinzona. Attesa oggi una decisione dei rispettivi municipi. A rischio anche la campagna elettorale dei partiti.

Il diario di mezzogiorno

- Coronavirus: primo caso in una scuola ticinese. Positivo uno studente. Compagni di classe e alcuni docenti in quarantena per due settimane.

- Sono saliti a 43 i contagi in Svizzera. Questa mattina sono stati annunciati i primi casi a San Gallo e Svitto. Attesa per le 13.30 una conferenza stampa delle autorità federali.

- Basta alle deduzioni sociali ai non residenti in Svizzera. È quanto chiede l'iniziativa parlamentare del senatore ticinese Marco Chiesa.

- Il Super Tuesday segna la rinascita di Joe Biden. Il vice di Obama torna in gara per la nomination democratica e, anzi, ora ne diviene il favorito.

Il diario di mezzogiorno

- Secondo caso accertato di coronavirus in Ticino. È un anziano ricoverato alla Clinica Moncucco di Lugano. Oltre cinquanta le persone risultate negative al test.

- Da giallo a rosso. La confederazione alza il grado di allerta, abolisce le strette di mano e lancia la nuova campagna per evitare il contagio.

- Stamattina sono state riaperte le scuole in Ticino. Il medico cantonale spiega le ragioni della scelta. Nel Diario intervista al direttore di un istituto scolastico.

- Nel primo pomeriggio nuova conferenza stampa della confederazione. Sul fronte sportivo c'è attesa per le decisioni riguardo ai playoff di hockey su ghiaccio e al calcio.

Il diario di mezzogiorno

- Salgono a quattro i casi confermati di coronavirus in Svizzera. Uno in Ticino, uno a Ginevra e due nei Grigioni. Tutti stanno bene.

- Intanto, tra comprensioni e malumori, il nostro Cantone ferma i carnevali e le partite di hockey. Da oggi attiva una nuova hotline e le tendine fuori dai pronto soccorsi per il triage.

- Turismo e Ticino. Un binomio che nel 2019 ha funzionato alla grande. Grazie soprattutto ai turisti elvetici.


Il diario di giovedì 20 febbraio

- PVP di Lugano: le due modifiche hanno portato benefici alla viabilità privata, non al trasporto pubblico. Nelle prossime settimane il Municipio deciderà il da farsi.

- Sergio Ermotti lascia UBS. Bilancio positivo per il CEO ticinese. Divide invece il suo futuro sostituto.

- Ticino sotto pressione: il numero di frontalieri cresce come in nessun'altra regione svizzera. Sù di quasi il 10% nel 2019.

- Poche ore e prenderà il via la 157ma edizione del Carnevale Rabadan. Per cinque giorni e sei notti Bellinzona si trasforma nella capitale del divertimento.


Il diario di mezzogiorno

- Tagli alla RSI: saltano altri 12 posti di lavoro. L'annuncio ai dipendenti, pochi minuti fa.

- Braccio di ferro tra Berna e l'aeroporto di Agno. Nessuna deroga alle norme sul cabotaggio. I vertici di LASA non escludono il ricorso.

- Nuovi problemi per Swisscom, soprattutto nella Svizzera settentrionale. KO l'accesso internet via smartphone. Guasto nel frattempo risolto.

- Legge sui negozi: nessun effetto sospensivo. Il Tribunale federale respinge la richiesta di congelare il divieto di vendere alcolici dopo una certa ora.

Il diario di venerdì 14 febbraio

- Grave incidente della circolazione a Tesserete. 91enne investito, è in pericolo di morte.

- Coronavirus: nessun caso in Svizzera, ma l'allerta rimane alta. Previsto per domenica il rimpatrio degli svizzeri in quarantena in francia.

- I media ticinesi sono in difficoltà: presentate alcune iniziative per un sostegno pubblico e privato.

- Assemblea per il clima. A Lugano i giovani tornano a riunirsi in vista dello sciopero del 15 maggio. L'intento è coinvolgere adulti e bambini.

- Youtube compie 15 anni. La piattaforma web fu fondata il 14 febbraio 2005 da tre ex dipendenti di PayPal.

Il diario di mezzogiorno

- Vola Credit Suisse. Nel 2019, utile netto in crescita del 69%. Domani l'addio del CEO Thiam, travolto dallo scandalo dei pedinamenti.

- Finanze pubbliche: la situazione preoccupa l'UDC ticinese. Presentate quattro misure per contenere le spese dello Stato.

- Carnevali ticinesi sull'onda verde. Dopo il Rabadan, anche la Stranociada si dota del bicchiere riutilizzabile. Intanto nasce la lavastoviglie industriale, proprio per le grandi manifestazioni.


Il diario di mezzogiorno

- Thiam lascia Credit Suisse. Il CEO si dimette, sulla scia anche dello scandalo pedinamenti. "È riuscito solo in parte a riorganizzare la banca" commenta Lino Terlizzi.

- Cade la seggiola di una seggiovia nel Canton Svitto: due persone in pericolo di morte e altre due gravemente ferite.

- 2019 impegnativo per i pompieri di Lugano: oltre 1000 interventi tra incendi, danni ambientali, e inquinamento. Tra i progetti futuri la scuola per pompieri professionisti.


Il diario di giovedì 6 febbraio

- Deraglia un treno in Lombardia. Due i morti, una trentina i feriti. Colpa, forse, di uno scambio posizionato male.

- Chiuso un 2019 intenso, l'OCST guarda avanti. Tante le sfide per il 2020 tra disoccupazione e salari.

- Largo ai giovani e ai bambini all'ex macello di Lugano. Presentate due proposte: un centro giovanile e un centro per mamme con figli piccoli

- Due settimane e sarà... Rabadan 2020. Presentata questa mattina la 157ma edizione del carnevale di Bellinzona.


Il diario di giovedì 30 gennaio

- Coronavirus. La Svizzera attiva una hotline. Bloccati gli sbarchi da una nave da crociera italiana. Si allungano infine i tempi per il rimpatrio dalla Cina.

- Inchiesta Cadei: pioggia di telefonate in polizia. Centinaia i clienti danneggiati che si sono fatti avanti.

- Crolla l'immigrazione in Ticino. Nel 2019 il calo è stato del 25%.

- Il DECS cerca i docenti del futuro. Candidature nuovamente in calo per le elementari.

Il diario di mezzogiorno

- Coronavirus: 80 le vittime in Cina. In Svizzera, a Zurigo, si analizzano due casi sospetti mentre in Ticino si riuniscono gli enti preposti.

- Il mondo dello sport piange la leggenda del basket americano. Kobe Bryant muore in un incidente in elicottero. Con lui anche la figlia di 13 anni. ancora ignote le cause dello schianto.

- Tassa sul sacco, il Cantone se la prende con alcuni Comuni che da gennaio hanno addirittura aumentato la tassa base.

- 75 anni fa il mondo scopriva l'orrore di Auschwitz. Nel Diario il ricordo di una sopravvissuta.

Il diario di lunedì 20 gennaio

- Accordo quadro: c'è interesse a una soluzione, ma restano i punti di contrasto. Nessuna sorpresa nell'incontro bilaterale Svizzera-UE a Davos. Grande attesa domani per la partecipazione di Trump al WEF.

- Il sindaco PLR di Morcote, in conflitto con il partito, diserta la lista per il Municipio. Per le comunali potrebbe fondare una lista civica.

- Riget - Sirica versus Buri - Roncelli. Sarà una corsa a coppie quella per la presidenza del PS ticinese.

- Calcio: Junior lascia il Lugano. L'attaccante brasiliano giocherà in Giappone. Deluso il presidente Renzetti.

Il diario di mercoledì 15 gennaio

- Monta la polemica sulla terza corsia autostradale tra Lugano e Mendrisio. Nel Diario botta e risposta tra favorevoli e contrari.

- Innovazione, sostenibilità ed equità: il Ticino guarda al futuro. Presentato il programma di legislatura 2019-2023.

- 1.500 firme per salvare lo stabile ARL a Viganello. Il Municipio: "Valuteremo il da farsi, tenendo conto degli interessi pubblici e privati".

- 5 anni fa l'abolizione della soglia minima di cambio franco-euro. "Fu una decisione inevitabile" commenta l'esperto Lino Terlizzi.

Il diario di mezzogiorno

- Obbligo formativo fino a 18 anni. È una delle sei misure pensate dal Cantone per i giovani senza un titolo post obbligatorio.

- Aeroporto di Lugano-Agno. Decolla anche il referendum comunale. Consegnate più di 3800 firme.

- Gallerie a rischio. In Italia sono oltre 100. E due sono percorse ogni giorno da ticinesi e frontalieri.

- Dove c'era la Brexit, ora c'è la Megxit. In Gran Bretagna tiene banco la rinuncia al titolo reale di Harry e Megan. Nel Diario il commento di un londinese di stanza a Morcote.


IL DIARIO DI MEZZOGIORNO

Terremoti continui in vista delle comunali di Lugano. Dopo il PLR oggi è il turno del PPD


Effetti negativi nettamente superiori a quelli positivi. Scende in campo il comitato contrario all'iniziativa "Più abitazioni a prezzi accessibili"


Combatti l'odio. Al via la campagna contro la discriminazione dell'orientamento sessuale .

Il diario di venerdì 3 gennaio

- Ritrovamento di un cadavere a Locarno. In manette l'ex compagno della vittima, che però nega ogni addebito.

- Sicurezza sulle piste da sci: come comportarsi per la propria incolumità e quella altrui. In primis utilizzando il casco.

- Oceano indiano per gli amanti del mare, Svizzera e Austria per chi vuole sciare. Queste le mete scelte quest'anno dai ticinesi che strizzano l'occhio anche alle vacanze ecologiche.

- Sport, hockey. L'Ambrì Piotta sente le fatiche della Spengler e affonda a Losanna. In pista questa sera invece il Lugano "targato" Pelletier.


Il diario di mezzogiorno

- Tasse, vignette, nuovi orari. Tra notizie positive e salassi, nel Diario le maggiori novità introdotte in Ticino e in Svizzera con il 2020.

- Quattro amici, un tavolo e un gioco di società. Una passione mai passata di moda, ma che negli ultimi tempi sta tornando prepotentemente.

- Sport, hockey. In pista stasera l'Ambrì Piotta. I leventinesi a caccia delle migliori sensazioni in campionato dopo la coppa Spengler.

Il diario di giovedì 19 dicembre

- Processo all'ex titolare di Argo 1. “È stato descritto come incapace e violento, va risarcito”. La difesa chiede soldi e proscioglimento per Sansonetti. Domani la sentenza.

- Delitto di Viganello: proseguono le indagini. Oggi autopsia e nuovi interrogatori. Al Municipio invece il delicato compito di dare una risposta alla situazione degradata del quartiere.

- Mobilità in Ticino: nel 2018 invariati gli utenti del trasporto pubblico e il traffico stradale. Bene la mobilità lenta.

- Avviata la procedura di impeachment contro Donald Trump. Ora la palla passa al Senato. Ma i democratici devono stare attenti: l'attacco contro il presidente rischia di diventare un boomerang.


Il diario di mezzogiorno

- Fatti di Viganello: scattano le manette per un 43enne e un 34enne. Sono accusati di assassinio. Nell'occhio del ciclone una zona definita "calda".

- "L'ho violata per liberarla dai demoni". Frate a processo per abusi su una donna con turbe psichiche.

- Addio al municipio di Mendrisio: Marco Romano ha deciso di non ricandidarsi per una poltrona nell'esecutivo nelle prossime elezioni comunali.

- Esonerato il coach bianconero Sami Kapanen. A pesare, la scoppola rimediata dal Lugano ieri nel derby alla Valascia. La squadra sarà diretta ad interim da Hnat Domenichelli.


Il diario di mezzogiorno

- Gran Bretagna, è il giorno di Boris Johnson. Storica vittoria dei conservatori nel voto anticipato di ieri. La permanenza di Londra nell'Unione europea ha ormai le ore contate.

- Un sostegno concreto ai medici di famiglia. Il governo propone 600mila franchi all'anno per il programma di finanziamento per medici assistenti in formazione post-diploma.

- Mendrisio e tutto il Ticino esultano: l'UNESCO inserisce le Processioni nel patrimonio culturale dell'umanità.


Il diario di martedì 10 dicembre

- Elezione del Consiglio federale. Il PS voterà per Regula Rytz al posto di Cassis. Libertà di voto per i verdi liberali.


- È friburghese il nuovo CEO delle FFS. Vincent Ducrot nominato successore di Andreas Meyer.

- A Bellinzona va in scena il giorno più lungo. Sui banchi del Gran Consiglio il preventivo 2020. E domani arriva il salario minimo.

- Nuovo passo per l'estensione degli orari dei negozi. Da Berna luce verde al contratto collettivo del settore, ma il sindacato UNIA è pronto a dire la sua.

- Sport, hockey. Biancoblu in pista questa sera. Ospite dei cugini grigionesi, la squadra di Cereda tenterà di bissare il successo di domenica sullo Zugo.

Il diario di mezzogiorno

- Treno travolge auto in stazione a Lugano. Nessun ferito ma traffico ferroviario in tilt.

- Righini non sarà più alla testa dei socialisti ticinesi. "Lascio un partito in salute", commenta il presidente che anche per il futuro auspica la collaborazione rosso-verde.

- Julius Bär pronta a rilevare la EFG? Per ora si tratta solo di voci, ma intanto il titolo della società vola in borsa.


Il diario di martedì 3 dicembre

- Più comfort ma meno posti a sedere. I nuovi treni FFS fanno già discutere a pochi giorni dall’entrata in servizio. "Inaccettabile" tuonano gli studenti.

- Allievi ticinesi sugli scudi. Tre indagini ne evidenziano le capacità, soprattutto in matematica e scienze naturali.

- Lanciare l'amo piace sempre più ai ticinesi, anche ai più giovani. 90 tonnellate di pescato con Verbano e Ceresio in testa.

- Il Lucomagno pensa al rilancio: presentato il piano di pro natura che punta a valorizzare la val di Blenio e promuovere un turismo a contatto con la natura.

Il diario di mezzogiorno

- Camere federali. Al via oggi la 51ma legislatura, con il giuramento dei parlamentari: tra emozione e tanto lavoro da fare. Nel diario le sensazioni dei neodeputati ticinesi a Berna.

- Violento incendio a Balerna. In fiamme il silo di una falegnameria. Non si lamentano feriti.

- Serie di arresti nel Mendrisiotto: fermate cinque persone per furti con scasso e biciclette rubate.

- Sport. Buone notizie per il Lugano calcio, che ottiene la prima vittoria stagionale a Cornaredo. Altro weekend negativo invece per le ticinesi dell'Hockey. Se l'Ambrì-Piotta sorride a metà non si sblocca il Lugano, che con una doppia disfatta apre ufficialmente la crisi.

Il diario di venerdì 29 novembre

- Quarto Friday for Future. Giovani in piazza in tutto il mondo. E anche il Ticino ha risposto "presente".


- Black Friday: sorride la grande distribuzione, non i piccoli negozi. Almeno nel Mendrisiotto. Il presidente dei commercianti lancia un appello: "Sosteneteci".


- Il PLR tira dritto: confermato Caprara almeno fino alle Comunali 2020. Ma urge un cambiamento: parola d'ordine umiltà.


- Stessa paga, meno lavoro. Questo il motivo dell'emorragia di agenti che dalla polizia cantonale passano alla comunale. "Ora bisogna parificare l'orario di lavoro" spiega il presidente della federazione.


- Ambrì-Friborgo, Lugano-Zugo. Le ticinesi di hockey sul ghiaccio per scacciare la crisi e riavvicinarsi alla zona playoff.

Il diario di mezzogiorno

- Salario minimo in Ticino, il PLR si smarca a metà dal resto della Gestione. Nessun rapporto di minoranza, ma un emendamento sul compromesso raggiunto.


- Attesa per questo pomeriggio la sentenza nel processo a carico del 34enne già condannato per l'omicidio del Monte Ceneri. È accusato di aver spacciato grandi quantità di droga.


- Rete Tram-Treno: "Il mantenimento della linea di collina è una priorità". Questo il tema principale dello studio targato ATA presentato a Sorengo.


- 90 kg di cibo commestibile (a persona) finiscono ogni anno nella spazzatura. Al via oggi la campagna contro lo spreco.

Il diario di mezzogiorno

- Verdi all'assalto del seggio PLR di Cassis. Se ci riuscissero, la Formula magica verrebbe stravolta in modo forse definitivo. Con il voto decisivo di quel PPD che la inventò proprio 60 anni fa.

- Pioggia e neve in quantità. Il Ticino nella morsa del maltempo. A rischio piena il Ceresio. Scatta intanto l'allerta valanghe in Vallemaggia.

- Lugano città sicura. L'80% dei cittadini ne è convinto. È quanto emerge da un sondaggio di Municipio e Polizia.

- Lugano hockey alla prova del nove. Questa sera la squadra di Kapanen è chiamata a riscattarsi, dopo sei sconfitte consecutive. E domani c'è il derby.

Il diario di martedì 19 novembre

- Mikron di Agno: lasciate a casa 25 persone. Colpa dello stop degli ordinativi spiega l'azienda. "Ancora una volta a pagarne le conseguenze sono le maestranze ribattono i sindacati".

- Da Campione un ultimo appello, direttamente a Mattarella: bisogna evitare in ogni modo l'ingresso nello spazio doganale europeo.

- Diritti dell'infanzia. In Ticino un convegno per sensibilizzare sul tema.

- La torcia olimpica illumina Locarno. La città sul Verbano è stata scelta come tappa ticinese in vista dei giochi olimpici della gioventù di Losanna 2020.

- Hockey: il Lugano di Kapanen ospite questa sera del Davos. Si cercano i tre punti per uscire alla crisi.

Il diario di mezzogiorno

- Ballottaggio agli Stati. Il voto ticinese fa discutere. Nel diario le analisi di un risultato sorprendente, ma non troppo.

- Shock oltre San Gottardo per la sconfitta di Lombardi. "La svizzera - titolano i quotidiani - perde un creatore di ponti".

- Una demobilitazione dell'elettorato e un trend verso i poli. Fulvio Pelli analizza la sconfitta PLR e sollecita una riflessione a bocce ferme.

- Nei prossimi anni mancheranno docenti per la scuola dell'infanzia e insegnanti di tedesco. È quanto stimano DECS e SUPSI.



Il diario di venerdì 15 novembre

- Frana di Davesco, cinque anni fa la tragedia che costò la vita a due donne. Nel diario ripercorriamo quei drammatici momenti.

- Risveglio in bianco per il Ticino. Importanti quantitativi di neve sono scesi soprattutto in montagna: apertura anticipata in diverse stazioni invernali.

- "Cara politica, ti scrivo…" I bambini di tutta la Svizzera a Berna nel 30mo della Convenzione dei diritti del fanciullo.

- Insieme si può. Federcommercio lancia la campagna per sensibilizzare agli acquisti sul territorio ticinese.

- Svizzera di calcio in campo questa sera. A San Gallo, i rossocrociati affronteranno la Georgia. E con una vittoria, potrebbero già staccare il biglietto per l'Europeo.



Il diario di mezzogiorno

- Abusarono per anni dei propri bambini. Alla sbarra una coppia del Bellinzonese che deve rispondere, tra gli altri, di violenza carnale e incesto.

- Parigi, 4 anni dopo. Ricorre oggi l'anniversario delle stragi allo Stade de France e al Bataclan. Nel Diario il ricordo di chi, quella tragica notte, ha vissuto il terrore sulla propria pelle.

- Arriva la neve, tra giovedì e venerdì – secondo Meteosvizzera – anche a basse quote. Ed è assalto ai gommisti per equipaggiare le gomme invernali.

- Il Lugano cade malamente a Zurigo. Prime critiche all'operato del coach bianconero, Sami Kapanen.

Il diario di mezzogiorno

- Nuovo record di frontalieri in Ticino. Nel terzo trimestre del 2019 hanno raggiunto quota 67'900. Non sono mai stati così tanti.

- Ex funzionario del DSS: il Governo dice no alla Commissione parlamentare d'inchiesta. L'ultima parola però spetterà al Parlamento.

- Riforma fiscale e aeroporto: il Partito Socialista ha deciso per il doppio referendum. A rischio le misure in ambito sociale e scolastico.

- Aumentare la visibilità degli utenti della strada nelle stagioni più buie. È l'obiettivo della 13esima giornata della luce. Nel diario i consigli di un esperto.



Il diario di mezzogiorno

- Caso Consonni. Non è ancora stata scritta la parola fine. Dopo il proscioglimento per un vizio di forma i sindacati non ci stanno e chiedono chiarezza.

- Licenziamenti e dumping, da Berna un assist al Ticino. Primo sì a un'iniziativa cantonale per rafforzare la tutela dei lavoratori.

- Il Ticino ringrazia i familiari curanti: fondamentale sostenere e valorizzare queste figure. Nel diario la testimonianza di uno di loro.

- All'Ambrì-Piotta il derby delle emozioni. I leventinesi piegano il Lugano e si impongono alla Corner Arena dopo i rigori.



Il Diario del giorno

- Tramonta l'era dei Colonnelli: nella Lega si delinea il quadrumvirato. "Occorrono punti di riferimento e un maggior coordinamento", spiegano i vertici.

- "Proviamo profondo rispetto per il vostro gesto": accolta così la delegazione di ex allieve delle Scuole Medie di Morbio Inferiore oggi a Berna per sostenere l'ex compagna di classe che rischia il rimpatrio forzato.

- L'influenza è in arrivo, le autorità consigliano di vaccinarsi. E se fare previsioni è difficile, ci si aspetta comunque un virus potenzialmente forte.

- Parola d'ordine puntualità. Le FFS reagiscono ai recenti problemi di ritardo: le prime misure entreranno in vigore con il nuovo orario di dicembre.

Il diario di mezzogiorno

- "È sbagliato non rimborsare i farmaci comprati in Italia". Nel Diario, intervista a mister Prezzi sulla strategia del Consiglio federale per contenere i costi della salute.

- Ristagna il gettito fiscale, ma conti sempre nelle cifre nere. Svelato il preventivo 2020 di Locarno che mantiene invariato il moltiplicatore al 90%.

- Torna l'ora solare. Orologi indietro nel fine settimana: si dorme un'ora in più (ma potrebbe essere l'ultima volta).

- Il Lugano di Celestini sconfitto a Malmö. Tra due settimane la rivincita con gli svedesi. Imperativo vincere per non infrangere il sogno europeo.



Il diario di venerdì 18 ottobre

- 100 giorni alla guida di Ticino Turismo: Il neo direttore stila un bilancio. Parole d'ordine: diversificare e ringiovanire.

- Togliere nome e cognome dalla targhetta identificativa per tutelare la privacy del personale dei treni. Consegnate alle FFS oltre 550 firme.

- Cinquant'anni fa il Ticino introdusse il suffragio femminile. Un primo importante passo verso quella parità dei sessi che ancora oggi non è stata del tutto raggiunta.

- Venerdì di protesta in Catalogna. Migliaia di manifestanti sono affluiti a Barcellona, mentre gli indipendentisti hanno proclamato uno sciopero generale. Nel Diario, l'analisi di un giornalista di stanza nella capitale catalana.




Il diario di mezzogiorno

- Una mano tesa alle fasce più deboli della popolazione. Presentata poco fa la riforma sociale del Cantone.

- Nonnismo e vessazioni. Nella Polizia di Mendrisio aleggia il malcontento. Il Municipio corre ai ripari ma assicura: "La sicurezza dei cittadini è garantita".

- Accoltellamento di Cadenazzo: è l'ora della verità. Tra poche ore la sentenza.

- Parità dei sessi in Ticino. Bene a metà. In alcuni ambiti si raccolgono frutti maturi. In altri invece le cose continuano a non andare.

Il diario di mezzogiorno

- Da Zurigo a Cadenazzo per accoltellare l'amante della madre. 26enne a processo per tentato omicidio. Alla sbarra, con lui, il padre.

- Incendio a Bedano: proseguono le verifiche per far luce sull'accaduto. Attesi i riscontri dell'autopsia ordinata sulla vittima.

- Difendere i diritti dei lavoratori e combattere il dumping salariale. Questi gli obiettivi di un'iniziativa popolare cantonale targata MPS presentata oggi a Bellinzona.

- La parola d'ordine era una sola: vincere. E gli uomini di Petkovic l'hanno seguita alla lettera. Con la vittoria di ieri sull'Irlanda, la nazionale svizzera può continuare a sognare gli Europei.



Il diario di giovedì 10 ottobre

- Treni super affollati, mancanza di personale, ritardi... Dopo l'ultimo week end esplosivo sull'asse Nord-Sud, il SEV chiede alle FFS immediate misure concrete.

- Alberghi e campeggi strapieni, soprattutto nel Sopraceneri. Le vacanze autunnali oltre San Gottardo e il bel tempo fanno la fortuna del turismo nostrano.

- Riflettori puntati sulla prevenzione del suicidio nell'odierna giornata mondiale della salute mentale. Se ne parlerà domani alla Clinica Santa Croce.

- L’HCL batte un colpo. Dopo quattro anni a Berna approda a Lugano Mark Arcobello.

Il diario di mezzogiorno

- Preservare il medico di famiglia. Questo l'obiettivo di “Medix”: la prima rete virtuale di dottori in Ticino che vuole contenere i costi della salute mantenendo alta la qualità dei servizi.

- Cinque anni di carcere più l'interdizione dalla professione oppure il proscioglimento da ogni accusa. È attesa per questo pomeriggio la sentenza nel processo allo psichiatra del Luganese accusato di abusi.

- Serata di festa per Ambrì Piotta e Lugano. I leventinesi, in Champions, hanno conquistato Banska Bystrica mentre i bianconeri hanno avuto la meglio in campionato sul Rapperswill.



Il diario di mezzogiorno

- Alcune casse malati volevano abbassare i premi in Ticino, ma Berna si sarebbe opposta. Clamorosa dichiarazione del Ministro della Sanità ticinese De Rosa.

- Estate 2019: lieve calo dei turisti in Ticino. A soffrire di più il Luganese. Pianezzi: "Occorre promuovere gli eventi sui mercati di riferimento".

- Il Lugano blocca la Dynamo Kiev. Primo punto per i bianconeri in Europa League, con qualche rimpianto. Ma ora è già tempo di pensare al campionato.



Il diario di giovedì 3 ottobre

- Ex funzionario del DSS condannato: chiesta l'istituzione di una Commissione parlamentare d'inchiesta.

- 1255 firme contro la tassa di soggiorno. È il risultato della petizione consegnata a Palazzo delle Orsoline. "Ma non finisce qui" assicurano i promotori.

- "Attenti alle cybertruffe romantiche!" La polizia cantonale lancia la seconda parte di una campagna nazionale per la prevenzione.

- Ecotrip Challenge: in Svizzera sono 80 le classi liceali che partecipano alla sfida ecologica, 14 dal Ticino. Vince chi inquina di meno.

- Celestini festeggia 1 anno sulla panchina bianconera e chiede una vittoria in Europa League. Giorni decisivi per il suo futuro a Cornaredo.



Il diario di mezzogiorno

- Mentre Swiss rinuncia alla concessione per i voli Agno-Zurigo, LASA chiede i danni. Nel Diario ripercorriamo le tappe della peggiore crisi dello scalo luganese.

- Cancro al Seno: ottobre dedicato alla prevenzione. Importanti il controllo e l'informazione.

- È del Lugano il primo derby stagionale di hockey. Alla Valascia, l'Ambrì Piotta combatte ma si spegne alla distanza.



Il diario di mezzogiorno

- Morti per amianto nel mirino della Procura. Avviate verifiche preliminari per far luce sui decessi alle Officine FFS di Bellinzona.

- Caccia alta 2019: risultati in linea con gli anni precedenti. La stagione venatoria è stata però macchiata da due incidenti mortali.

- Sport, calcio. Nuovo pareggio per il Lugano che a Ginevra non trova la via del gol. Contro lo Xamax domenica servono i 3 punti.



Il diario di mezzogiorno

- Il clima sbarca al Palazzo di Vetro. I grandi della terra si riuniscono oggi a New York per trovare una risposta comune alla crisi.

- 100 giovani apprendisti della Confederazione alla scoperta del Ticino e della lingua di Dante. Al via una settimana di sensibilizzazione.

- Giornata internazionale delle lingue dei segni: la Federazione svizzera dei sordi in piazza a Berna per chiederne il riconoscimento ufficiale.

- Sport, calcio. Il Lugano pareggia in casa e scatena le ire di Renzetti. Il presidente bianconero riflette sul futuro di Celestini.



Il diario di mezzogiorno

- È stato rimosso il controverso radar di Camorino. "Posizione discutibile" commenta Gobbi, puntando il dito contro la polizia comunale. Nel diario la reazione del capodicastero di Bellinzona.

- "Questa legge non s'ha da fare". Alzata di scudi in favore del lupo da parte delle associazioni ambientaliste. Che confermano: sarà referendum.

- Nessun taglio dei tassi, la BNS non modifica la sua politica monetaria. Mano tesa invece alle banche con l'aumento dell'importo in franchigia.

- Allarme influenza: secondo gli esperti statunitensi, quella del 2019-2020 sarà particolarmente pesante. Lo confermano i dati provenienti dall'emisfero Sud.

Il diario di mercoledì 18 settembre

- Basta voli cancellati! LuganoAirport si scaglia contro Swiss e chiede l'intervento dell'ufficio federale dell'aviazione civile.

- 230 milioni per il turismo. Il Consiglio nazionale segue gli Stati e conferma il sostegno al settore per il periodo 2020-2030.

- Fascia di confine terra di controlli. Al via i pattugliamenti congiunti tra polizia cantonale e quella italiana.

- Tecnologia al servizio della sicurezza del paziente. La clinica luganese Moncucco presenta due progetti volti a ridurre il rischio clinico.

- Sempre più svizzeri optano per le vacanze autunnali. Anche a scapito di parte di quelle estive. Un trend in atto già da tempo in Ticino.