#diario

Il diario di mezzogiorno

- Treno travolge auto in stazione a Lugano. Nessun ferito ma traffico ferroviario in tilt.

- Righini non sarà più alla testa dei socialisti ticinesi. "Lascio un partito in salute", commenta il presidente che anche per il futuro auspica la collaborazione rosso-verde.

- Julius Bär pronta a rilevare la EFG? Per ora si tratta solo di voci, ma intanto il titolo della società vola in borsa.


Il diario di martedì 3 dicembre

- Più comfort ma meno posti a sedere. I nuovi treni FFS fanno già discutere a pochi giorni dall’entrata in servizio. "Inaccettabile" tuonano gli studenti.

- Allievi ticinesi sugli scudi. Tre indagini ne evidenziano le capacità, soprattutto in matematica e scienze naturali.

- Lanciare l'amo piace sempre più ai ticinesi, anche ai più giovani. 90 tonnellate di pescato con Verbano e Ceresio in testa.

- Il Lucomagno pensa al rilancio: presentato il piano di pro natura che punta a valorizzare la val di Blenio e promuovere un turismo a contatto con la natura.

Il diario di mezzogiorno

- Camere federali. Al via oggi la 51ma legislatura, con il giuramento dei parlamentari: tra emozione e tanto lavoro da fare. Nel diario le sensazioni dei neodeputati ticinesi a Berna.

- Violento incendio a Balerna. In fiamme il silo di una falegnameria. Non si lamentano feriti.

- Serie di arresti nel Mendrisiotto: fermate cinque persone per furti con scasso e biciclette rubate.

- Sport. Buone notizie per il Lugano calcio, che ottiene la prima vittoria stagionale a Cornaredo. Altro weekend negativo invece per le ticinesi dell'Hockey. Se l'Ambrì-Piotta sorride a metà non si sblocca il Lugano, che con una doppia disfatta apre ufficialmente la crisi.

Il diario di venerdì 29 novembre

- Quarto Friday for Future. Giovani in piazza in tutto il mondo. E anche il Ticino ha risposto "presente".


- Black Friday: sorride la grande distribuzione, non i piccoli negozi. Almeno nel Mendrisiotto. Il presidente dei commercianti lancia un appello: "Sosteneteci".


- Il PLR tira dritto: confermato Caprara almeno fino alle Comunali 2020. Ma urge un cambiamento: parola d'ordine umiltà.


- Stessa paga, meno lavoro. Questo il motivo dell'emorragia di agenti che dalla polizia cantonale passano alla comunale. "Ora bisogna parificare l'orario di lavoro" spiega il presidente della federazione.


- Ambrì-Friborgo, Lugano-Zugo. Le ticinesi di hockey sul ghiaccio per scacciare la crisi e riavvicinarsi alla zona playoff.

Il diario di mezzogiorno

- Salario minimo in Ticino, il PLR si smarca a metà dal resto della Gestione. Nessun rapporto di minoranza, ma un emendamento sul compromesso raggiunto.


- Attesa per questo pomeriggio la sentenza nel processo a carico del 34enne già condannato per l'omicidio del Monte Ceneri. È accusato di aver spacciato grandi quantità di droga.


- Rete Tram-Treno: "Il mantenimento della linea di collina è una priorità". Questo il tema principale dello studio targato ATA presentato a Sorengo.


- 90 kg di cibo commestibile (a persona) finiscono ogni anno nella spazzatura. Al via oggi la campagna contro lo spreco.

Il diario di mezzogiorno

- Verdi all'assalto del seggio PLR di Cassis. Se ci riuscissero, la Formula magica verrebbe stravolta in modo forse definitivo. Con il voto decisivo di quel PPD che la inventò proprio 60 anni fa.

- Pioggia e neve in quantità. Il Ticino nella morsa del maltempo. A rischio piena il Ceresio. Scatta intanto l'allerta valanghe in Vallemaggia.

- Lugano città sicura. L'80% dei cittadini ne è convinto. È quanto emerge da un sondaggio di Municipio e Polizia.

- Lugano hockey alla prova del nove. Questa sera la squadra di Kapanen è chiamata a riscattarsi, dopo sei sconfitte consecutive. E domani c'è il derby.

Il diario di martedì 19 novembre

- Mikron di Agno: lasciate a casa 25 persone. Colpa dello stop degli ordinativi spiega l'azienda. "Ancora una volta a pagarne le conseguenze sono le maestranze ribattono i sindacati".

- Da Campione un ultimo appello, direttamente a Mattarella: bisogna evitare in ogni modo l'ingresso nello spazio doganale europeo.

- Diritti dell'infanzia. In Ticino un convegno per sensibilizzare sul tema.

- La torcia olimpica illumina Locarno. La città sul Verbano è stata scelta come tappa ticinese in vista dei giochi olimpici della gioventù di Losanna 2020.

- Hockey: il Lugano di Kapanen ospite questa sera del Davos. Si cercano i tre punti per uscire alla crisi.

Il diario di mezzogiorno

- Ballottaggio agli Stati. Il voto ticinese fa discutere. Nel diario le analisi di un risultato sorprendente, ma non troppo.

- Shock oltre San Gottardo per la sconfitta di Lombardi. "La svizzera - titolano i quotidiani - perde un creatore di ponti".

- Una demobilitazione dell'elettorato e un trend verso i poli. Fulvio Pelli analizza la sconfitta PLR e sollecita una riflessione a bocce ferme.

- Nei prossimi anni mancheranno docenti per la scuola dell'infanzia e insegnanti di tedesco. È quanto stimano DECS e SUPSI.



Il diario di venerdì 15 novembre

- Frana di Davesco, cinque anni fa la tragedia che costò la vita a due donne. Nel diario ripercorriamo quei drammatici momenti.

- Risveglio in bianco per il Ticino. Importanti quantitativi di neve sono scesi soprattutto in montagna: apertura anticipata in diverse stazioni invernali.

- "Cara politica, ti scrivo…" I bambini di tutta la Svizzera a Berna nel 30mo della Convenzione dei diritti del fanciullo.

- Insieme si può. Federcommercio lancia la campagna per sensibilizzare agli acquisti sul territorio ticinese.

- Svizzera di calcio in campo questa sera. A San Gallo, i rossocrociati affronteranno la Georgia. E con una vittoria, potrebbero già staccare il biglietto per l'Europeo.



Il diario di mezzogiorno

- Abusarono per anni dei propri bambini. Alla sbarra una coppia del Bellinzonese che deve rispondere, tra gli altri, di violenza carnale e incesto.

- Parigi, 4 anni dopo. Ricorre oggi l'anniversario delle stragi allo Stade de France e al Bataclan. Nel Diario il ricordo di chi, quella tragica notte, ha vissuto il terrore sulla propria pelle.

- Arriva la neve, tra giovedì e venerdì – secondo Meteosvizzera – anche a basse quote. Ed è assalto ai gommisti per equipaggiare le gomme invernali.

- Il Lugano cade malamente a Zurigo. Prime critiche all'operato del coach bianconero, Sami Kapanen.

Il diario di mezzogiorno

- Nuovo record di frontalieri in Ticino. Nel terzo trimestre del 2019 hanno raggiunto quota 67'900. Non sono mai stati così tanti.

- Ex funzionario del DSS: il Governo dice no alla Commissione parlamentare d'inchiesta. L'ultima parola però spetterà al Parlamento.

- Riforma fiscale e aeroporto: il Partito Socialista ha deciso per il doppio referendum. A rischio le misure in ambito sociale e scolastico.

- Aumentare la visibilità degli utenti della strada nelle stagioni più buie. È l'obiettivo della 13esima giornata della luce. Nel diario i consigli di un esperto.



Il diario di mezzogiorno

- Caso Consonni. Non è ancora stata scritta la parola fine. Dopo il proscioglimento per un vizio di forma i sindacati non ci stanno e chiedono chiarezza.

- Licenziamenti e dumping, da Berna un assist al Ticino. Primo sì a un'iniziativa cantonale per rafforzare la tutela dei lavoratori.

- Il Ticino ringrazia i familiari curanti: fondamentale sostenere e valorizzare queste figure. Nel diario la testimonianza di uno di loro.

- All'Ambrì-Piotta il derby delle emozioni. I leventinesi piegano il Lugano e si impongono alla Corner Arena dopo i rigori.



Il Diario del giorno

- Tramonta l'era dei Colonnelli: nella Lega si delinea il quadrumvirato. "Occorrono punti di riferimento e un maggior coordinamento", spiegano i vertici.

- "Proviamo profondo rispetto per il vostro gesto": accolta così la delegazione di ex allieve delle Scuole Medie di Morbio Inferiore oggi a Berna per sostenere l'ex compagna di classe che rischia il rimpatrio forzato.

- L'influenza è in arrivo, le autorità consigliano di vaccinarsi. E se fare previsioni è difficile, ci si aspetta comunque un virus potenzialmente forte.

- Parola d'ordine puntualità. Le FFS reagiscono ai recenti problemi di ritardo: le prime misure entreranno in vigore con il nuovo orario di dicembre.

Il diario di mezzogiorno

- "È sbagliato non rimborsare i farmaci comprati in Italia". Nel Diario, intervista a mister Prezzi sulla strategia del Consiglio federale per contenere i costi della salute.

- Ristagna il gettito fiscale, ma conti sempre nelle cifre nere. Svelato il preventivo 2020 di Locarno che mantiene invariato il moltiplicatore al 90%.

- Torna l'ora solare. Orologi indietro nel fine settimana: si dorme un'ora in più (ma potrebbe essere l'ultima volta).

- Il Lugano di Celestini sconfitto a Malmö. Tra due settimane la rivincita con gli svedesi. Imperativo vincere per non infrangere il sogno europeo.



Il diario di venerdì 18 ottobre

- 100 giorni alla guida di Ticino Turismo: Il neo direttore stila un bilancio. Parole d'ordine: diversificare e ringiovanire.

- Togliere nome e cognome dalla targhetta identificativa per tutelare la privacy del personale dei treni. Consegnate alle FFS oltre 550 firme.

- Cinquant'anni fa il Ticino introdusse il suffragio femminile. Un primo importante passo verso quella parità dei sessi che ancora oggi non è stata del tutto raggiunta.

- Venerdì di protesta in Catalogna. Migliaia di manifestanti sono affluiti a Barcellona, mentre gli indipendentisti hanno proclamato uno sciopero generale. Nel Diario, l'analisi di un giornalista di stanza nella capitale catalana.




Il diario di mezzogiorno

- Una mano tesa alle fasce più deboli della popolazione. Presentata poco fa la riforma sociale del Cantone.

- Nonnismo e vessazioni. Nella Polizia di Mendrisio aleggia il malcontento. Il Municipio corre ai ripari ma assicura: "La sicurezza dei cittadini è garantita".

- Accoltellamento di Cadenazzo: è l'ora della verità. Tra poche ore la sentenza.

- Parità dei sessi in Ticino. Bene a metà. In alcuni ambiti si raccolgono frutti maturi. In altri invece le cose continuano a non andare.

Il diario di mezzogiorno

- Da Zurigo a Cadenazzo per accoltellare l'amante della madre. 26enne a processo per tentato omicidio. Alla sbarra, con lui, il padre.

- Incendio a Bedano: proseguono le verifiche per far luce sull'accaduto. Attesi i riscontri dell'autopsia ordinata sulla vittima.

- Difendere i diritti dei lavoratori e combattere il dumping salariale. Questi gli obiettivi di un'iniziativa popolare cantonale targata MPS presentata oggi a Bellinzona.

- La parola d'ordine era una sola: vincere. E gli uomini di Petkovic l'hanno seguita alla lettera. Con la vittoria di ieri sull'Irlanda, la nazionale svizzera può continuare a sognare gli Europei.



Il diario di giovedì 10 ottobre

- Treni super affollati, mancanza di personale, ritardi... Dopo l'ultimo week end esplosivo sull'asse Nord-Sud, il SEV chiede alle FFS immediate misure concrete.

- Alberghi e campeggi strapieni, soprattutto nel Sopraceneri. Le vacanze autunnali oltre San Gottardo e il bel tempo fanno la fortuna del turismo nostrano.

- Riflettori puntati sulla prevenzione del suicidio nell'odierna giornata mondiale della salute mentale. Se ne parlerà domani alla Clinica Santa Croce.

- L’HCL batte un colpo. Dopo quattro anni a Berna approda a Lugano Mark Arcobello.

Il diario di mezzogiorno

- Preservare il medico di famiglia. Questo l'obiettivo di “Medix”: la prima rete virtuale di dottori in Ticino che vuole contenere i costi della salute mantenendo alta la qualità dei servizi.

- Cinque anni di carcere più l'interdizione dalla professione oppure il proscioglimento da ogni accusa. È attesa per questo pomeriggio la sentenza nel processo allo psichiatra del Luganese accusato di abusi.

- Serata di festa per Ambrì Piotta e Lugano. I leventinesi, in Champions, hanno conquistato Banska Bystrica mentre i bianconeri hanno avuto la meglio in campionato sul Rapperswill.



Il diario di mezzogiorno

- Alcune casse malati volevano abbassare i premi in Ticino, ma Berna si sarebbe opposta. Clamorosa dichiarazione del Ministro della Sanità ticinese De Rosa.

- Estate 2019: lieve calo dei turisti in Ticino. A soffrire di più il Luganese. Pianezzi: "Occorre promuovere gli eventi sui mercati di riferimento".

- Il Lugano blocca la Dynamo Kiev. Primo punto per i bianconeri in Europa League, con qualche rimpianto. Ma ora è già tempo di pensare al campionato.



Il diario di giovedì 3 ottobre

- Ex funzionario del DSS condannato: chiesta l'istituzione di una Commissione parlamentare d'inchiesta.

- 1255 firme contro la tassa di soggiorno. È il risultato della petizione consegnata a Palazzo delle Orsoline. "Ma non finisce qui" assicurano i promotori.

- "Attenti alle cybertruffe romantiche!" La polizia cantonale lancia la seconda parte di una campagna nazionale per la prevenzione.

- Ecotrip Challenge: in Svizzera sono 80 le classi liceali che partecipano alla sfida ecologica, 14 dal Ticino. Vince chi inquina di meno.

- Celestini festeggia 1 anno sulla panchina bianconera e chiede una vittoria in Europa League. Giorni decisivi per il suo futuro a Cornaredo.



Il diario di mezzogiorno

- Mentre Swiss rinuncia alla concessione per i voli Agno-Zurigo, LASA chiede i danni. Nel Diario ripercorriamo le tappe della peggiore crisi dello scalo luganese.

- Cancro al Seno: ottobre dedicato alla prevenzione. Importanti il controllo e l'informazione.

- È del Lugano il primo derby stagionale di hockey. Alla Valascia, l'Ambrì Piotta combatte ma si spegne alla distanza.



Il diario di mezzogiorno

- Morti per amianto nel mirino della Procura. Avviate verifiche preliminari per far luce sui decessi alle Officine FFS di Bellinzona.

- Caccia alta 2019: risultati in linea con gli anni precedenti. La stagione venatoria è stata però macchiata da due incidenti mortali.

- Sport, calcio. Nuovo pareggio per il Lugano che a Ginevra non trova la via del gol. Contro lo Xamax domenica servono i 3 punti.



Il diario di mezzogiorno

- Il clima sbarca al Palazzo di Vetro. I grandi della terra si riuniscono oggi a New York per trovare una risposta comune alla crisi.

- 100 giovani apprendisti della Confederazione alla scoperta del Ticino e della lingua di Dante. Al via una settimana di sensibilizzazione.

- Giornata internazionale delle lingue dei segni: la Federazione svizzera dei sordi in piazza a Berna per chiederne il riconoscimento ufficiale.

- Sport, calcio. Il Lugano pareggia in casa e scatena le ire di Renzetti. Il presidente bianconero riflette sul futuro di Celestini.



Il diario di mezzogiorno

- È stato rimosso il controverso radar di Camorino. "Posizione discutibile" commenta Gobbi, puntando il dito contro la polizia comunale. Nel diario la reazione del capodicastero di Bellinzona.

- "Questa legge non s'ha da fare". Alzata di scudi in favore del lupo da parte delle associazioni ambientaliste. Che confermano: sarà referendum.

- Nessun taglio dei tassi, la BNS non modifica la sua politica monetaria. Mano tesa invece alle banche con l'aumento dell'importo in franchigia.

- Allarme influenza: secondo gli esperti statunitensi, quella del 2019-2020 sarà particolarmente pesante. Lo confermano i dati provenienti dall'emisfero Sud.

Il diario di mercoledì 18 settembre

- Basta voli cancellati! LuganoAirport si scaglia contro Swiss e chiede l'intervento dell'ufficio federale dell'aviazione civile.

- 230 milioni per il turismo. Il Consiglio nazionale segue gli Stati e conferma il sostegno al settore per il periodo 2020-2030.

- Fascia di confine terra di controlli. Al via i pattugliamenti congiunti tra polizia cantonale e quella italiana.

- Tecnologia al servizio della sicurezza del paziente. La clinica luganese Moncucco presenta due progetti volti a ridurre il rischio clinico.

- Sempre più svizzeri optano per le vacanze autunnali. Anche a scapito di parte di quelle estive. Un trend in atto già da tempo in Ticino.