WhatsApp
0041 79 449 95 37

Orchestra sinfonica del Conservatorio della Svizzera italiana

Con l’arrivo del mese di luglio, ritorna l’Orchestra sinfonica del Conservatorio della Svizzera italiana,quest’anno con un duplice appuntamento:


- venerdì 5 luglio alle 19.00 nella Cattedrale di San Lorenzo di Lugano

- sabato 6 luglio alle 21.00 nella Chiesa del Collegio Papio ad Ascona


Violino solista e direttore d’eccezione Massimo Quarta, docente alla Scuola universitaria di Musica delConservatorio e musicista di fama internazionale. Primo italiano a vincere il 1° premio al prestigiosoConcorso internazionale di violino “N. Paganini” di Genova, dopo la vittoria di Salvatore Accardo nel 1958,Massimo Quarta vanta la partecipazione in qualità di ospite ai più importanti festival musicali del mondo,così come l’esibizione nella più prestigiose sale concertistiche accompagnato da orchestre quali la RadioSinfonie Orchester Frankfurt, l'Orchestra Sinfonica dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la TokyoPhilarmonic Orchestra, la Prague Symphony Orchestra, la Real Orquesta Sinfonica de Sevilla, la BudapestSymphony Orchestra, sotto la direzione di Maestri del calibro di Miun Wun Chung, Daniele Gatti, DanielHarding, Isaac Karabtchevsky, Daniel Oren, Christian Thielemann.

Con l’Orchestra sinfonica del Conservatorio della Svizzera italiana eseguirà il Concerto in Re Maggiore op. 61per violino e orchestra di Ludwig van Beethoven e la Sinfonia n°1 in Do minore op. 68 di Johannes Brahms;entrambe opere di grande spessore e difficoltà tecnica, ma di un’inestimabile piacevolezza, anche per leorecchie meno allenate.

L’ingresso ad entrambi i concerti è libero.

Per informazioni scrivere a eventi@conservatorio.ch oppure contattare l’Ufficio Manifestazioni del

Conservatorio della Svizzera italiana al numero +41 (0)91 960 23 62.

Cinzia Gargano

E' online su Youtube il videoclip di “Tragifavola”, nuovo singolo di Cinzia Gargano e disponibile in digital download: un brano pop, un titolo ironico, una scrittura e una trama divertenti che rispecchiano il carattere della cantautrice siciliana e che anticipa l’album “Seria – Mente”, in uscita il prossimo autunno.

Cinzia Gargano racconta così come è sono nate note, testo e titolo di “Tragifavola”: “il brano nasce nel 2015 e si ispira ad un pensiero secondo il quale tutte noi, fin da bambine, siamo cresciute a ‘pane e principi azzurri’, con la convinzione che da grandi avremmo trovato senza grandi sforzi il nostro ‘lieto fine’, la nostra ‘favola’ ed il nostro ‘principe azzurro’ confezionato su misura per noi! Convinte di questo, affrontiamo ogni incontro con grandi aspettative finendo per ritrovarci in situazioni tragicomiche che sono tutto tranne che una favola anzi… sono una vera ‘TragiFavola’ fatta di colpi di scena, principi tutt’altro che credibili e finali imbarazzanti! Il ritornello in particolare storpia ogni convinzione legata al prototipo dell’uomo perfetto che, nella fiaba, appare su un cavallo bianco e con un mantello azzurro ed invece. Beh, meglio non spoilerare troppo! Anche in questo brano l’ironia che contraddistingue la mia scrittura regna sovrana ma il finale rivela una sorpresa, una sorta di morale (come ogni favola che si rispetti) che racchiude in sé la mia personale visione, maturata dalle mie esperienze e dalla proiezione di quelle altrui perché, in tutta sincerità, a chi piacerebbe davvero il perfetto principe azzurro?!”


Il brano è prodotto artisticamente da Edoardo Musumeci (chitarre e ukulele), arrangiato da Francesco Prestigiacomo (sinth ed elettronica) presso MCN STUDIO, editing e mix a cura di Pierpaolo Latina presso Lexy Records e masterizzato da Riccardo Samperi presso TRP Music. Ha partecipato anche Filippo Alessi alle percussioni.


Cinzia Gargano, nata a Palermo, comincia il suo percorso artistico già all’età di quattro anni, in veste di ballerina. Dal 2001 prende forma il suo percorso professionale in diverse compagnie teatrali e dal 2009 intraprende un corso accademico biennale di musical dove, oltre a continuare lo studio della danza, si approccia allo studio di altre discipline quali il canto e la recitazione. Dal 2011 porta in scena diversi musical in qualità di performer e nel 2013 esordisce ufficialmente come cantante entrando a far parte di un trìo vocale, conosciuto con il nome “Le Morgane”, con il quale si esibisce a Palermo e in tutta la Sicilia oltre che in diverse emittenti televisive e radiofoniche regionali e nazionali. Dal 2015 entra a far parte della band “Teresa” e dal 2017 esordisce in veste di cantautrice con la pubblicazione del suo primo singolo dal titolo “AAA CERCASI” che porta in scena durante i suoi live da solista ed in diverse emittenti radiofoniche e televisive. Partecipa alla semifinale del format “Fiat Music” di Red Ronnie esibendosi al Teatro Massimo di Siracusa ed in diretta streaming su RoxyBar Tv. Nel 2018 comincia la collaborazione con “Radio In” in veste di volto televisivo all’interno della trasmissione di “Radio Insieme”, in onda su diverse emittenti regionali. Nello stesso anno ha inizio la preziosa collaborazione con Edoardo Musumeci, chitarrista dei Tinturìa, che da quel momento avrà il ruolo di produttore artistico del suo progetto cantautorale. Attualmente continua il suo percorso di cantante e di performer dividendosi tra live musicali e spettacoli teatrali, in attesa dell’uscita del suo primo disco dal titolo “Seria – Mente”, anticipato dal singolo e dal videoclip di “Ti amo il meno possibile”

Rita Manelli

'Senza versare una lacrima'' è il nuovo singolo di Rita Manelli con il quale ha partecipato alla finale di Area Sanremo 2018, è stato scritto dalla stessa cantautrice pugliese in collaborazione, nella composizione della musica, con Luca Sala:“il brano parla di ciò che la musica è diventata nella mia vita- racconta Rita - di come mi faccia sentire felice e serena, nonostante le mille difficoltà. ‘Volerei, libera, fin dove nasce una nuvola…’ e ‘E adesso che, sei accanto a me, non posso che, sorridere…’ sono le frasi chiave della canzone che testimoniano un amore smisurato per questa passione, un amore che va oltre”.


Rita Manelli è nata a Brindisi il 29 Marzo 1997e ha vissuto la sua infanzia e la sua adolescenza in un piccolo paese della stessa provincia, San Vito dei Normanni. Ha sempre avuto fin da piccola l'amore per l'arte ed in particolare per il canto. Nel 2010 è stata selezionata a fare parte del Conservatorio ''Tito Schipa''di Lecce nella classe di canto jazz; segue gli studi in Conservatorio con molta determinazione e passione affrontando, con impegno e dedizione tutti gli esami richiesti. Nel 2016 ha concluso i cinque anni pre-accademici del Conservatorio e nello stesso anno ha terminato gli studi scolastici diplomandosi al Liceo Scientifico ''Leonardo Leo'' di San Vito dei Normanni. Ora, vive a Milano e frequenta il Conservatorio ''Giuseppe Verdi'', dove conseguirà la laurea in Canto Pop. Ha iniziato ad avere contatti con artisti di vario genere e a farsi conoscere partecipando a vari Stage di formazione. Nel 2015 circa ha intrapreso il suo percorso discografico: ha registrato a Milano negli studi Up Music il suo primo singolo prodotto da Rosso al Tramonto con gli arrangiamenti di Kikko Palmosi e Sabatino Salvati. Da qui una serie di progetti: il suo primo singolo “Non avere paura”, dedicato al fratello scomparso da qualche anno a causa di un incidente stradale, e altri tre singolo “Ti voglio”, “Non passi mai” ed “Un'altra storia”, scritto da Luca Sala, con il quale ha vinto il Festival della Musica Italiana di New York il 10 Settembre 2017. Ha partecipato alla realizzazione di un disco natalizio nella compilation di Bobby Soloinsieme ad altri artisti con una cover riarrangiata del brano “White Christmas”. Nel 2017 è finalista di Area Sanremo. Il 4 gennaio 2018, selezionata dal Maestro Stelvio Cipriani, ha riproposto “La preghiera per la pace”di Papa Wojtyla (musicata dal Maestro Cipriani), accompagnata da 70 elementi dell'orchestra Alfaterna in un’esibizione di musica sacra presso la Basilica di Sant'Alfonso a Pagani. Il 7 ottobre 2018 è ritornata sul palco del Master Theater con Bobby Solo duettando con il brano “Conta su me”, scritto da Luca Sala, che racconta delle difficoltà e dei problemi della società di oggi. Nel mese di dicembre, in occasione di una serata di beneficenza, ha duettato con Marco Masini con il brano “Ci vorrebbe il mare”.

LOLLA E...

"Seppelliamo le mutande di cotone nel terreno"

#SoilYourUndies è il nome della campagna internazionale a cui hanno aderito Lolly Camèn e Maxi B.

Su consiglio della Confederazione hanno infatti sotterrato un paio di mutande di cotone per studiare la vita sotterranea...

Jess Glynne

La cantante che si è recentemente esibita nei più grandi stadi del Regno Unito con le Spice Girls, ha pubblicato il video per il suo ultimo singolo di grande successo, One Touch, con Jax Jones.



Il video racconta una commovente storia sulla famiglia, questa la dichiarazione di The Fostering Network recita come segue:

"Siamo lieti che Jess abbia deciso di focalizzare l'attenzione su una questione così importante come l'assistenza all'infanzia. Con 65.000 bambini che vivono in affido nel solo Regno Unito, la società nel suo complesso ha bisogno di capire la differenza nella cura dei bambini per la propria vita, e questa è una grande piattaforma per portare il concetto di assistenza all'infanzia ad un nuovo pubblico. Mentre per alcuni bambini, l'opzione a lungo termine è quella di vivere in una casa per bambini, sappiamo che per la maggior parte dei bambini adottivi, è meglio vivere con una famiglia affidataria. Questo è il motivo per cui abbiamo bisogno di 8.600 famiglie adottive nel Regno Unito solo quest'anno, ed è fantastico che questo video mostri che anche i giovani, i single possono subentrare nell'assistenza all'infanzia