#permessi

Scandalo permessi: Guido Corti rinuncia. Tra due settimane l'incontro Governo-Gestione

Scandalo permessi: il Consiglio di Stato si è riunito all'indomani della conferenza stampa della Commissione della Gestione. Era attesa una replica alle decisioni parlamentari, ma il Governo prende tempo. Intanto uno dei due periti ha rinunciato all'incarico. Ascolta l'intervista al presidente, Paolo Beltraminelli

Scandalo permessi: sarà una sottocommissione ad occuparsene

È quanto ha deciso oggi la Commissione della Gestione, chinandosi sul ciclone che ha investito l'Ufficio della migrazione. Nella conferenza stampa, il presidente Walter Gianora ha spiegato le competenze della sottocommissione e le richieste al Governo

Lettera anonima dell'ufficio migrazione, parlano i capigruppo

Dopo la lettera anonima di 3 dipendenti che denunciavano un certo malaffare diffuso all'interno dell'ufficio della migrazione, arrivano le denunce. Due per la precisione. Per calunnia e diffamazione. A presentarla contro ignoti - riferisce la RSI - la capo ufficio e uno dei funzionari più volte citati nella missiva.


Missiva che sta facendo molto discutere. Cosa ne pensano i capigruppo parlamentari dei partiti di Governo? Ascolta l'audio...

Casellario giudiziale, 53 finora i permessi negati

Estendere la richiesta del casellario giudiziale a tutta la Svizzera: una commissione degli Stati ne discute a Berna. Per l'occasione il Governo ticinese ha scritto una lettera, fornendo pure i dati aggiornati a un anno e mezzo dall'introduzione della misura nel nostro cantone. Ne parliamo con il direttore del Dipartimento delle istituzioni, Norman Gobbi

AVANTI TUTTA CON IL CASELLARIO GIUDIZIALE

Ad un anno dall'entrata in vigore 33 richieste di permessi B o G sono state negate. Un risultato efficace per il Governo che ha deciso che la richiesta del casellario rimarrà in vigore almeno un altro anno. Nel frattempo si studieranno soluzioni "eurocompatibili".