#nuovazelanda

"Basta con l'odio religioso". Ferme condanne da tutto il mondo per l'attacco a due moschee in Nuova Zelanda

Le due sparatorie in due moschee di Christchurch, in Nuova Zelanda, hanno provocato 49 vittime e una cinquantina di feriti. Intanto ha fatto il giro del web il video in diretta streaming del principale sospettato della strage - arrestato insieme ad altre 3 persone - nel quale si vede il 28enne australiano (Brenton Tarrant) imbracciare un fucile mitragliatore e sparare senza sosta contro i fedeli riuniti per la preghiera del venerdì. Un attacco condannato da tutti i leader mondiali che hanno invocato la fine dell'odio religioso. In giornata abbiamocontattato Flavio, un ticinese che da 13 anni vive in Nuova Zelanda...


Trekking: in Svizzera o all'estero, bisogna prepararsi

Dopo due mesi di viaggi tra Asia e Nuova Zelanda, ritorna sulle frequenze di Radio3i Laura Vaccarino la nutrizionista del progetto Gorilla.

Sentiamo i consigli per chi si appresta ad effettuare lunghe passeggiate.