#PLR

Frattura Bertini - PLR? Bixio Caprara dice la sua

Una frattura era già emersa negli scorsi mesi. Quando Michele Bertini aveva dichiarato di non voler essere un municipale azzoppato e di sentirsi un po' abbandonato dal partito. L'assemblea PLR dello scorso 15 giugno sembrava aver sistemato le cose. E invece i rapporti con il partito non sono migliorati. Il vicesindaco di Lugano ha infatti lasciato l'Ufficio presidenziale PLR del distretto. Nulla a che vedere con la mancata richiesta di candidarsi per il Consiglio di Stato nelle prossime elezioni cantonali: "In realtà mi era stato proposto già nel 2017 e io ho scelto di volermi concentrare su Lugano" ha spiegato il municipale al CdT, aggiungendo che la politica non è tutto e la maturazione personale passa anche da una crescita professionale. È comunque innegabile la tensione coi vertici del partito, accusati da Bertini di aver legittimato alcuni comportamenti scorretti.


Di tutto questo abbiamo parlato con il presidente del PLRT, Bixio Caprara (ascolta l'intervista)

Nomine al LAC: Masoni Brenni si fa da parte, rammarico del PLR

Consiglio direttivo del LAC, Giovanna Masoni Brenni rinuncia a candidarsi. Lo ha fatto sapere - riferisce il Corriere del Ticino - la stessa ex municipale di Lugano inviando una lettera all'esecutivo e al presidente del Consiglio Comunale. Rammarico dalla sezione cittadina del PLR. L'intervista alla presidente, Giovanna Viscardi

Vitta vicepresidente del PLR svizzero. Ticino ora più forte a Berna

Riuniti in Assemblea a Berna, i delegati del PLR Svizzero hanno eletto oggi i nuovi vertici. La consigliera nazionale svittese Petra Gössi è la nuova presidente mentre il consigliere di stato ticinese Christian Vitta è diventato uno dei cinque vicepresidenti. "Con questa nomina - scrive il partito cantonale - il Ticino rafforza il suo peso politico a Berna