SARAH PEREGALLI

La scheda
Sarah Peregalli
Nome: Sarah Peregalli
In poche parole...
Ciao a tutti! Mi chiamo Sarah e ho 29 anni. Abito ad Agno. Il mio percorso di studi è partito dal mitico Liceo di Lugano 1 per poi proseguire a Basilea alla facoltà di Giurisprudenza e, nel 2012, alla facoltà di Comunicazione dell'USI di Lugano. Nel 2015 mi sono laureata in Lingua, letteratura e civiltà italiana e nel 2016 sono entrata a far parte della bellissima famiglia di Radio3i, prima come stagista e in seguito come praticante giornalista. Le mie passioni sono il teatro, il cinema e naturalmente la Radio (3i).
I miei ultimi post

il diario del giorno di giovedì 23 gennaio

Ex infermiere dell'obv accusato di omicidio. Terminata l'indagine interna. Licenziati 2 infermieri e 3 ammoniti


Furti con scasso: in manette due uomini che entravano nelle case anche quando i proprietari erano presenti


Clima ma non solo: a Davos Angela Merkel detta le priorità. Tra queste anche una maggior cooperazione internazionale sui conflitti


Bellinzona sempre più a prova di disabile. Il Municipio investe per rendere accessibili gli edifici pubblici



il diario di mezzogiorno di mercoledì 22 gennaio

Nuova giornata di incontri al WEF. Dopo Donald Trump e Greta Thunberg oggi è il turno di Pedro Sanchez e del Principe Carlo.


Quasi 5 milioni di franchi. E' il credito richiesto dal Municipio di Bellinzona per sistemare parchi giochi e completare il parco urbano.


Bassi, Bühler, Galeazzi- L'UDC svela le carte per la corsa al Municipio di Lugano. Stasera l'ufficializzazione in assemblea.


Il diario di Mezzogiorno di giovedì 16 gennaio

Abusarono di una ragazza. Condannati due giovani. Uno dopo il carcere sarà espulso dalla Svizzera.


Influenza stagionale, superata la soglia epidemica. Da oggi negli ospedali in Ticino si entra solo con la mascherina.


Sorride il turismo ticinese in Autunno. A crescere sia gli arrivi che i pernottamenti.


Pace armata fra Stati Uniti e Cina. Firmata la tregua commerciale che sciogle alcuni nodi, ma una soluzione definitiva resta ancora lontana


Il diario del giorno di martedì 14 gennaio

Ex funzionario del DSS condannato per abusi: prima luce verde all'istituzione di una Commissione parlamentare d'inchiesta.


"Ancora una volta il DECS non ci ha consultati". "Non è vero, chi lo ha voluto ha potuto esprimersi, tanto che il progetto nel tempo è cambiato". Botta e risposta tra i docenti e Bertoli sulla nuova griglia oraria del Liceo.


Economia ticinese stabile nel 2019. Confermate le aspettative dell'andamento positivo degli affari. In calo però gli investimenti per il 2020.


Sport, hockey. Una vittoria per ritrovare la zona playoff. Questa sera il Lugano scende sul ghiaccio di Ginevra


IL DIARIO DI MEZZOGIORNO DI VENERDÌ 10 GENNAIO

Contrabbando di alimenti. 13 esercenti nelle maglie della giustizia. In arrivo pesanti sanzioni.


Assalto alla Loomis di Chiasso. Condannato anche l'ultimo malvivente: era la mente del colpo.


Mercato del lavoro svizzero a gonfie vele nel 2019. Ticino e Romandia ultimi della classe con i tassi di disoccupazione più elevati.


"Ecco la soluzione al caro affitti". I favorevoli all'iniziativa in votazione il 9 febbraio svelano la loro ricetta magica. E a sorridere - dicono - sarebbe soprattutto il Ticino.


IL DIARIO DI MEZZOGIORNO

A Lugano, la corsa al Municipio si fa in salita per il PLR. L'annuncio di Bertini affievolisce l'ipotesi "terzo seggio". Caprara ammonisce: "Non dobbiamo dare nulla per scontato, neanche il secondo seggio".


Inquinanti e inutili. Lanciata la raccolta firme contro l'acquisto di nuovi caccia da combattimento. Per i referendisti, uno spreco di denaro inaccettabile


Locarno rimescola le carte per i concerti estivi. Aperto il concorso per il dopo Moon and Stars: dal 2021 (forse) si cambia.


il diario del giorno di venerdì 27 dicembre

Scabbia alla casa anziani di Arzo. Una quindicina le persone sotto trattamento. La situazione è sotto controllo.


Dramma sfiorato sulle piste di Andermatt: sotto la valanga nessuna vittima. Nel diario una guida alpina spiega come fare fuoripista in tutta sicurezza.


Undici cuccioli di cane salvati in dogana la sera di Natale. Erano nel baule di un'auto. La protezione animali: fenomeno in crescita.


Record di pacchi consegnati per la posta prima di natale. Il gigante giallo ne ha recapitati 18.6 milioni


il diario di mezzogiorno di martedì 24 dicembre

Prevista un'abbuffata di votazioni federali nel 2020. Gli svizzeri potrebbero dover esprimersi su 16 temi.


A basse quote il Natale sarà tutt'altro che bianco. Sole e temperature miti faranno da cornice a questi due giorni di festa.


Hockey: serata amara per le ticinesi. Ambrì Piotta e Lugano sono entrambe uscite sconfitte dall'utlima partita prima della pausa natalizia.


IL DIARIO DEL GIORNO DI LUNEDÌ 23 DICEMBRE

Ballottaggio. Dopo il Tram, il tribunale federale. Gianluca Padlina ricorre ai giudici di mon repos per i ritardi nel voto dei ticinesi all'estero.


Bellinzona fa un altro passo verso la conciliabilità lavoro-famiglia. Licenziato il messaggio per la creazione di 4 nuovi centri extrascolastici.


Pausa sigaretta: da febbraio scatta la timbratura per i funzionari cantonali. "questione di immagine e di rispetto" commenta Fabio Badasci.


Hockey: ticinesi in pista per l'ultima partita prima della pausa natalizia. Il Lugano ospita il Losanna, alla Valascia arriva il Davos.

IL DIARIO DI MEZZOGIORNO DEL 20 DICEMBRE

La centrale atomica di Muhleberg chiude i battenti. Dopo 47 anni è il primo passo verso una Svizzera senza nucleare. Il WWF soddisfatto: all’orizzonte un futuro energetico più moderno.


"Il cantone dia prova di trasparenza". Sul CCL della vendita UNIA non demorde e torna a chiedere l'accesso alla documentazione.


"Se non ritroviamo il fuoco sacro, non andremo da nessuna parte". Fiorenzo Dadò sferza i suoi anche in vista delle prossime elezioni comunali.


IL DIARIO DI MERCOLEDÌ 18 DICEMBRE

"Ho sentito le urla e poi gli spintoni". Tra poco il racconto del fatto di sangue a Viganello. Il Municipio di Lugano intanto si interroga sulla situazione del quartiere


3 anni di reclusione e l'espulsione dalla Svizzera. Condannato il frate che abusò di una fedele con turbe psichiche.


Esonerato il coach bianconero Sami Kapanen. A pesare, la scoppola rimediata dal Lugano ieri nel derby alla Valascia. La squadra sarà diretta ad interim da Hnat Domenichelli.


IL DIARIO DEL GIORNO DI LUNEDÌ 16 DICEMBRE

Negozi aperti, mercatini, fiumi di persone in centro... ma i borsellini faticano ad aprirsi. Ecco come è andato il secondo week end di aperture natalizie in Ticino.


50 franchi per snellire il pronto soccorso? No grazie. Medici e infermieri rispondono picche alla proposta del Nazionale.


Il Rabadan diventa green. Tra stoviglie riutilizzabili e il bicchiere ricordo la manifestazione si converte all'eco-compatibilità.


Nuovi orari vecchi problemi. Treni affollati e ritardi per le FFS che collaudano la nuova tabella oraria. Tutto ok per gli universitari


IL DIARIO DI MEZZOGIORNO DI LUNEDÌ 9 DICEMBRE

Dopo il voto popolare nel 2015, il salario minimo approda in Gran Consiglio. Prevista battaglia sugli emendamenti.


Lettere per il ballottaggio spedite per posta B o in ritardo. Gianluca Padlina non molla la presa ed è pronto ad andare fino al Tribunale federale.


Su la disoccupazione a novembre. L'aumento mensile più marcato in Ticino.


Hockey. Bene le ticinesi. Il Lugano salva la panchina di Kapanen. L'Ambrì supera lo Zugo. Domani sfida col Davos.


il diario del giorno

Treno travolge auto in stazione a Lugano. Nessun ferito ma traffico ferroviario in tilt.


EFG a Julius Bär. Per ora solo voci. Ma la preoccupazione per la piazza finanziaria ticinese cresce.


Righini non sarà più alla testa dei socialisti ticinesi. "Lascio un partito in salute e auspico la collaborazione rosso-verde


Giornata internazionale dei volontari: un'occasione per ribadire il contributo che danno alla società.


il diario di mezzogiorno

Un mea culpa che dà fiducia. Sui collegamenti verso Zurigo le FFS rassicurano la Deputazione. Ma è battaglia per il trasporto passeggeri a Malpensa.


Elezioni Consiglio federale. Il ps attendista rimanda a martedi prossimo per decidere la sua strategia. Sembrano pero poche le chance per la presidente dei verdi.



Nuovo velodromo a Losone. Potrebbe nascere entro il 2024 nel comparto dell'ex casema, sarà finanziato per la maggior parte dai privati e avrà il sostegno dell'ufficio federale dello sport